03282017Mar
Last updateMar, 28 Mar 2017 3pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Maja Matic tra successi e tensioni: "Addio Eventi Culturali, ma il Teatro dei Ragazzi non può lasciare P.S.Elpidio"

majamatic

Sono emersi problemi economici: “I tagli tra Ministero e Regione hanno obbligato i soci a investire maggiori risorse. Ma forse questo lo avremmo superato, se non fosse che sono emerse le divisioni interne”. In primis tra Marco Renzi e Oberdan Cesanelli.

di Raffaele Vitali

PORTO SANT’ELPIDIO – C’era una volta Eventi Culturali. La presidente, ormai ex, Maja Matic fa il punto. “E lo faccio umilmente dopo quattro anni di presidenza”. Il debutto con il 25ennale del Festival dei Teatri del Mondo. “Salii sulla barca guidata da Marco Renzi, dopo aver vissuto le estati come mamma portando i miei figli”. Un incarico che la rese felice in cui la Matic ha messo entusiasmo e passione: “Il team era affiatato e preparato, un gruppo che lavorava dietro le quinte per realizzare poi il Festival”.

Da presidente guidò la prima versione nel mondo, in Albania. “Quello fu l’apice prima della crisi”. I tagli hanno raggiunto in primis la cultura: “Manifestammo un anno fa al Mibact per il taglio dei contributi. Una battaglia che sembrava condotta in maniera unitaria, poi sono iniziati i malumori”. Tra i soci, tra le persone che facevano di eventi culturali una società. “E’ venuta meno la vision aziendale e sono iniziate le liti. Fino alla fine della società”.

Sono emersi problemi economici: “I tagli tra Ministero e Regione hanno obbligato i soci a investire maggiori risorse. Ma forse questo lo avremmo superato, se non fosse che sono emerse le divisioni interne”. In primis tra Marco Renzi e Oberdan Cesanelli: “E dire che lavoravano fianco a fianco ogni giorno arrivando anche a produrre in proprio spettacoli per il Festival. Ma quando hai visioni diverse sullo sviluppo è impossibile andare avanti. Pensiamo sempre che non parliamo di un teatrino, ma di un Festival da dieci giorni con spese importanti, che solo Renzi riusciva a non far lievitare”.

Secondo la Matic il Comune non avrebbe mai voluto sciogliere Eventi Culturali, “pur faticando a metterci risorse”, ma i soci non hanno cambiato idea: “E ora siamo in liquidazione. Siamo già chiusi, ma ci sono passi formali da portare avanti”. E ora che accadrà? “Il Festival dei Teatri del Mondo è il Festival di porto Sant’Elpidio. Se i soci se ne vanno, se il direttore artistico deve cambiare, si cambia. Ma il Festival resta”. Non esiste più la società, esiste il prodotto. “Non chiedetemi il nuovo direttore artistico, non si è deciso nullo. Mica facile cambiare dopo 27 anni”.

Preoccupa il ritardo nella riorganizzazione: “I tempi sono stretti, di certo il Festival cambierà e forse tornerà a essere il Festival di Porto Sant’Elpidio”. Non attacca Marco Renzi: “Lui ci ha provato, ha atteso, a suo modo ha lottato. Poi ha scelto. E in me resta tanta tristezza”. Ma non viene meno la voglia: “Mi piacerebbe avere ancora un ruolo”. Chissà, magari ancora con Marco Renzi fuori da Porto Sant’Elpidio, anche se per la sua città la Matic il bagaglio di esperienze accumulate lo mette a disposizione. “Porto Sant’Elpidio deve lottare per non perdere quello che da sempre la caratterizza”.

@raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terrenzi bis: "Il centro come priorità"

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.