07212019Dom
Last updateDom, 21 Lug 2019 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Un 'caro' Primo Maggio a Porto Sant'Elpidio. Marcotulli: 'Spese folli, costa 75mila euro'

marcotulliscrivania

Tra le voci: un nuovo logo, 1300 euro, poi 31.500 euro per programmazione eventi, altri 16442 per l’impiantistica, 3558 per il piano sicurezza, 9300 per spese straordinarie di pulizia.

PORTO SANT’ELPIDIO – Ben venga Nesli, ma quanto costa alla comunità elpidiense la festa del Primo Maggio? Punto cardine della stagione di Porto Sant’Elpidio, la prima edizione targata Elena Murri secondo il consigliere comunale di Fratelli d’Italia arriverà aa costare 75mila euro. Più o meno un euro a partecipante.

“Logo nuovo ma impostazione pressoché identica della manifestazione e delle iniziative se non fosse per l’enorme lavoro della Faleria Enjoy che porterà eventi nuovi e magici alla Faleriense che per la prima volta vivrà a pieno la festa, vanno inoltre sicuramente ringraziate tutte le associazioni e realtà che stanno collaborando attivamente, ma l'assessorato e la giunta che accompagna questa macchina mostra tutte le sue paure e insicurezze, temendo il confronto con le edizioni passate e si lascia prendere la mano a spese folli e irrazionali” commenta.

Il coinvolgimento della Faleriense è la vera novità rispetto all’era Sebastiani, l’assessore al Turismo che in dieci anni ha consolidato la città facendola diventare uno degli eventi di punta del Primo Maggio italiano. “La delibera parla chiaro: sommato a quanto già deliberato le casse comunali sborseranno ben 75.000 € per una manifestazione che negli anni passati vedeva un esborso di gran lunga inferiore, nel 2018 si era raggiunta la vetta storica massima di 35.000 € e negli anni precedente inferiore anche ai 30.000 €”. Non vuole rischiare il sindaco Nazareno Franchellucci, che già ha dovuto gestire polemiche e dubbi dopo l’uscita di scena dell’attuale presidente del Consiglio che si è ‘tenuta’ il marchio della festa. E così è stato preparato un nuovo logo, 1300 euro, poi 31.500 euro per programmazione eventi, altri 16442 per l’impiantistica, 3558 per il piano sicurezza, 9300 per spese straordinarie di pulizia. “Poi, a parte, ci sono 10500 euro alla Pro Loco. Tutti insieme, ecco i 75mila” ribadisce Marcotulli.

“Mai avrei immaginato tanto. Si sapeva di un aumento, ma questa è una scelleratezza: per due concerti spendiamo 27.450 € senza capire che non è questo che cambia la presenza delle persone e non sono certo i due concerti a portare commercio”. Insomma, critiche a tutto campo: “Saper calmierare scelte e investimenti è alla base di una buona amministrazione, sana e rispettosa del denaro di tutti i cittadini mentre la paura di non essere all'altezza delle precedenti edizioni sta producendo scelte miopi poco razionali e soprattutto economicamente criticabili. Avevo criticato l’assenza di investimenti, incluso il pennello nord, ma mai avrei immaginato questi sprechi” conclude Marcotulli.

VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.