La coca viaggia su Instagram e Telegram: un pescatore di Porto Sant'Elpidio finisce nella rete dei carabinieri

carabinieri droga

Lo scambio soldi droga avveniva mediamente in locali pubblici o in strada, a ogni ora con un prezzario definito: 100 euro al grammo per la cocaina, 10 euro per l'hascisc e 12 per la marijuana.

PORTO SANT’ELPIDIO – Un pescatore di 25 anni di Porto Sant’Elpidio con il vizio della droga. Con lui un osimano 32enne e un rumeno di 33 anni. Sono loro, secondo i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Osimo i registi di un grande spaccio di cocaina, hascisc e marijuana nella Riviera del Conero e nella Valmusone. Sono stati arrestati dopo un anno di indagini che hanno permesso ai carabinieri di appurare che i tre usavano i social per tenersi in contatto con gli acquirenti dello stupefacente, parlando di «caffè» e «spesa» su Instagram, Telegram e Whatsapp. Poi fissavano appuntamenti, stabilivano i luoghi di incontro e definivano la sostanza da smerciare. Lo scambio soldi droga avveniva mediamente in locali pubblici o in strada, a ogni ora con un prezzario definito: 100 euro al grammo per la cocaina, 10 euro per l'hascisc e 12 per la marijuana. Nel corso delle indagini sono stati sequestrati complessivamente mezzo kg di cocaina, 700 gr di hascisc, 29 kg di marijuana e circa 20 mila euro in contanti (foto di repertorio).