07182019Gio
Last updateMer, 17 Lug 2019 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Tassa di soggiorno, ecco come Porto Sant'Elpidio la userà. Marcotulli: 'Errore confermato'

tassasoggiorno

E questo perché secondo il consigliere non si raggiungeranno i 50mila e si finirà quindi, scorporando il software, per incassare quanto incassabile senza tante polemiche.

PORTO SANT’ELPIDIO – La previsione è di 50mila euro di introiti. A fronte di questo, ecco come il Comune di Porto Sant’Elpidio ha deciso di destinare il ricavato dall’imposta di soggiorno. La spesa principale, 15mila euro, è per la promozione su sistemi elettronici e televisivi. Altri 11mila vanno per le navette. “Ma poi – interviene Giorgio Marcotulli - ci sono 7mila euro per l’acquisto del software di gestione. Questo significa che il risultato sarà inferiore al contributo dato volontariamente dagli operatori oltre alla sponsorizzazione del Triathlon”. E questo perché secondo il consigliere non si raggiungeranno i 50mila e si finirà quindi, scorporando il software, per incassare quanto incassabile senza tante polemiche.

“Anche perché molti operatori ci rimetteranno, dovendo pagare di propria tasca la tassa, visto che i preventivi erano già apriti. Motivo per cui avevano chiesto di slittare la tassa. Alla fine il Comune pareggerà il contributo volontario. Serviva? Se questo è il modo di amministrare ci può solo dispiacere, perché senza collaborazione tra chi amministra e chi opera diventa difficile chela città possa crescere”. Tornando alle scelte comunali, le altre somme sono così ripartite: 5mila euro per il punto informativo, 3mila per materiale cartaceo, 9mila per manifestazioni destagionalizzanti.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.