07192019Ven
Last updateVen, 19 Lug 2019 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Una sala da cinque stelle: gli allievi del Polo Urbani protagonisti al Gran galà di Sanremo

andresanre5

Dopo Praga, Madrid e Tirana ecco Sanremo: “Per noi è tappa di un percorso, non qualcosa di estemporaneo. Vogliamo dare chance agli studenti per entrare nel mercato del lavoro.

PORTO SANT’ELPIDIO – La scuola che forma non perde occasione per mettere alla prova i propri alunni. Il Polo Urbani è una scuola perno del turismo che si unisce con chi il turismo prova a rilanciarlo passando per Sanremo. Di fronte a una crisi grave, che tocca in primis il distretto calzaturiero, serve una strategia comune per dare risposte vincenti. “Sanremo sarà il momento per dire le Marche ci sono e sono forti. Il distretto non è solo il Fermano – Maceratese, è un pezzo dell’economia regionale” ribadisce Giacomo Beverati, assessore di Montegranaro seduto al fianco della vicepreside Granatelli e del professor Mario Andrenacci, professore e anima dei progetti extracurriculari del Polo Urbani.

“Un’iniziativa vincente e lo dico intanto da cittadino. Quando ci presentiamo con quello che sappiamo fare non abbiamo rivali. Il 4 febbraio a Sanremo hanno deciso di farlo anche con la gastronomia e questo ci ha convinto a partecipare. La scuola è parte integrante del territorio, il riscatto di una zona passa anche per la formazione” aggiunge Andrenacci. “Vogliamo essere parte integrante di questa iniziativa per dimostrare all’Italia e al mondo, rappresentato dalla stampa, che anche nella formazione siamo una forza”. I ragazzi lavoreranno in sala. Dopo Praga, Madrid e Tirana ecco Sanremo: “Per noi è tappa di un percorso, non qualcosa di estemporaneo. Vogliamo dare chance agli studenti per entrare nel mercato del lavoro. Qualità e professionalità funzionano, soprattutto se non abbinati a indirizzi senza né capo né coda” prosegue il docente.

La consigliera comunale di Montegranaro Laura Latini, ideatrice del progetto Sanremo, per ora ha vinto, la rete che ha messo in piedi è davvero solida: “Fare promozione territoriale è un termine vuoto se non si inseriscono tutti i tasselli: noi abbiamo scelto due cavalli di battaglia, le scarpe e il food, l’enogastronomia. Per questo abbiamo scelto aziende territoriali, l’ultima in ordine di tempo è Ciriaci. In questo contesto rientra il Carlo Urbani. In tani mi hanno detto che qui ci sono già giovani professionisti. Sarebbe stata un’occasione persa non coinvolgerli sotto il cappello di MarcaFermana. Il 4 febbraio va in scena la collaborazione vera”.

Un nucleo di 6 studenti, tre di Porto Sant’Elpidio e 3 di Sant’Elpidio a Mare, classi quinte, insieme al preside e a un docente saliranno sul pulmino, raggiungeranno il Casinò della città dei fiori e con le loro divise faranno stare bene i 150 giornalisti e gli ospiti della cena di gala. “Per noi come scuola – conclude Andrenacci – è importante la presenza delle aziende, per noi sono contatti per un futuro lavoro. Ogni giorno arrivano chiamate per cercare giovani, ogni occasione di qualità va colta”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.