Slitta il recupero della Fim, bando di gara per la gestione triennale dell'area camper creata dai balneari di Frontemare

frotnemrepetra

Si sarebbe dovuta chiudere la gestione, perché in teoria doveva chiudersi l’area, visto che secondo i piani di sviluppo di Porto Sant’Elpidio oggi al posto della Fim ci doveva essere il cantiere per la realizzazione del nuovo polo urbanistico e verde.

PORTO SANT’ELPIDIO – Proroga e poi bando entro giugno 2019. La società FronteMare Parking Srl è pronta a giocarsi la nuova partita dopo aver creato dal nulla l’area camper più invidiata della costa, visto che si trova di fronte al mare a due passi dal cuore della città. Si sarebbe dovuta chiudere la gestione, perché in teoria doveva chiudersi l’area, visto che secondo i piani di sviluppo di Porto Sant’Elpidio oggi al posto della Fim ci doveva essere il cantiere per la realizzazione del nuovo polo urbanistico e verde.

Per restare gestori, gli imprenditori balneari soci del FronteMare Parking, undici in totale, dovranno anche ragionare su migliorie, perché questa è la volontà del Comune nel nuovo bando, anticipato dalla delibera 268 pubblicata il 30 novembre. “I nostri sono stati tre anni intensi, perché siamo riusciti a creare un sistema di accoglienza sempre aperto che ha permesso di avere camperisti anche a giugno, per fare un esempio, e non solo nei canonici mesi di luglio e agosto. Dal primo anno non ci siamo mai fermati sui numeri, ma abbiamo lavorato per il  rilancio di un’area inutilizzata” spiega la presidente della società Petra Feliziani. La volontà del Comune è di andare di nuovo a bando, come nel 2015, per un’assegnazione annuale prorogabile di altri due anni. E così sarà entro giugno 2019.

“L’iniziale scelta di limitare il servizio per la gestione dell’area a parcheggio a un massimo di tre anni era legata alle previsioni di trasformazione urbanistica dell’area Fim da iniziarsi entro gennaio 2019; visto che le previsioni urbanistiche per la trasformazione dell’area FIM si sono concretizzate con la ratifica dell’accordo di programma avvenuta con deliberazione del Consiglio Comunale 24 del 21.03.2018; visto che il suddetto accordo di programma prevede di intervenire anche nell’area utilizzata a parcheggio per la realizzazione di un parco a rilevanza urbana; visto che per gli interventi progettuali da attuare sull’area utilizzata a parcheggio, considerato il cronoprogramma delle opere pubbliche afferenti l’area FIM, i tempi di bonifica, sentito in proposito anche il competente ufficio, si prevede uno slittamento della tempistica rispetto al  cronoprogramma; visto tutto questo l’avvio della nuova procedura di gara per l’affidamento del servizio dovrà comunque effettuarsi entro e non oltre il 30 giugno 2019” si legge nella delibera. Nella nuova gara è prevista la possibilità di un ritocco delle tariffe correnti fino ad un massimo del 20 %, ma anche un mantenimento o miglioramento dello standard qualitativo dell’area, oltre alla manutenzione ordinaria dell’area.

Raffaele Vitali