Le due facce di Halloween a P.S.Elpidio: la sera letture di romanzi, il pomeriggio giochi e dolci

halloweenpse

Si parte il 30, si finisce il 31 grazie ala doppia anima che unisce Cultura e Turismo.

PORTO SANT’ELPIDIO – Halloween per tutti i gusti a Porto Sant’Elpidio. Una due giorni di appuntamenti tra cultura, libri, divertimento e giochi. Si parte il 30 ottobre coni ‘Racconti oscuri’, un’anteprima a Villa Baruchello dalle 21,15. Protagonista è ‘Progetto creazioni’ con un reading dei romanzi ottocenteschi tra Poe, Stoker, Stevenson e tanti altri. “Piccoli brividi con le pagine dei libri più importanti” sottolinea l’assessore Luca Piermartiri. Ci sarà anche un libro con autore a sorpresa “con pagine più forti delle altre e che faremo quindi alla fine della serata”. Una letteratura di stile gotico, che tende all’orrore, per riprendere le tematiche di Halloween: “Tra paura e soprannaturale ripercorreremo il concetto che cambia di horror e thriller da allora a oggi, pur mantenendo angoscia, mentre oggi ci si accontenta del colpo di scena, e paura dell’ignoto”. Le letture saranno alternate a momenti musicali che coinvolgeranno lo spettatore. “Attori protagonisti sono gli allievi dei corsi dell’associazione, 17-18enni. Vale la pena partecipare anche solo per vederli in azione”.

Secondo appuntamento il 31 ottobre con Annalisa Possentini che porta in campo i giochi e i dolci in viale Battisti insieme con ‘Il conta favole’ e le letture per bambini: “Volevamo coniugare le due anime di questa festa per dare spessore culturale senza mai perdere di vista i nostri cittadini” ribadisce l’assessora Elena Amurri. “Si è partiti dal mondo dei trucca bimbi, poi siamo arrivati agli spettacoli grazie a alla maestra di danza Manuela Recchi” spiega l’ideatrice. I bambini sono più coinvolti, vanno oltre il dolcetto/scherzetto e si fanno attirare dagli spettacoli delle allieve di Art Sem Fronteira e dei trampolieri del Ramino. “Uno spettacolo da 45’ a cui si abbina il mago Cristian”. Un modo anche per far diventare Halloween un carnevale e non qualcosa con messaggi negativi. “Il pomeriggio si chiuderà con una sfilata dei bambini travestiti”.

Fondamentale il coinvolgimento dei commercianti di via e piazzetta Battisti oltre a qualcuno di piazza. “Poco e tutti riusciamo a fare grandi cose” ribadisce la Possentini. Non ci sarà un dress code della via, “ma in futuro ci lavoreremo per rendere la due giorni sempre più bella” ribadiscono gli amminsitratori.