09222018Sab
Last updateSab, 22 Set 2018 11am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Tutti vogliono palestre e orari migliori. La sfida di Vesprini è far tutti felici. Torna il Cobà e va a gara il PalaSavelli

vesprini ficiara

Luci a led e pompa di colore sono gli interventi base che il nuovo gestore del PalaSavelli garantirà, poi se vorrà portare migliorie, potrebbe essere utile per vincere la gestione che include anche 120 spazi pubblicitari.

di Raffaele Vitali

PORTO SAN GIORGIO – Mica facile mettere tutti d’accordo. Ma armato di pazienza, calendario e penna, l’assessore Valerio Vesprini da settimane ci sta provando: vanno assegnate le palestre, con tanto di orari. Tante, tantissime società a Porto San Giorgio a cui si raggiunge, dopo un periodo da emigrati a Fermo, il Cobà di calcio a 5 che torna con la sua prima squadra a giocare al PalaSavelli. Lasciando però il settore giovanile a Fermo, città che ha accolto i fratelli Bagalini quando si erano creati problemi per il campo da gioco.

Tornando il Cobà, però, oltre al lustro arrivano anche nuovi problemi di incastro. “Un lavoro di cesello. Ho provato a far capire alle società che sarebbe bene unirsi, collaborare e provare a realizzare dei poli per disciplina, ma per ora non è possibile” spiega l’assessore.

Il sogno è creare la palestra-palazzetto per il basket, uno da volley, uno per le arti marziali e la danza, mentre al momento c’è una obbligatoria promiscuità in cui tutti cercano di conquistare la fascia oraria migliore. “Prima di tutto dobbiamo definire i bandi di gestione, che durano sette anni, e riguardano tutti gl’impiantì, incluso PalaSavelli e campo sportivo nuovo”. Sul campo da calcio c’è l’obiettivo di far realizzare un antistadio in erba sintetica che possa fungere da valvola disfogo per le squadre dei più piccoli e che magari diventi un polo per il Calcio a 8.

Luci a led e pompa di colore sono gli interventi base che il nuovo gestore (nella foto l'attuale Ficiarà con l'assessore) del PalaSavelli garantirà, poi se vorrà portare migliorie, potrebbe essere utile per vincere la gestione che include anche 120 spazi pubblicitari, anche se probabilmente come un anno fa per una quarantina ci sarà l’accordo diretto tra Comune e Poderosa Basket, che milita in A2.

“Sono dodici gli impianti sportivi da assegnare, oltre cinquanta le società da inserire. La speranza è di trovare gli accordi entro i primi di settembre”. Altrimenti, per quanto riguarda la gestione, si andrà in deroga fino a fine anno, non di più.

L’assessore ha avviato anche una ricognizione su tutti gli impianti e ha ribadito, negli incontri con le società, come funzionano i contributi: “Che a Porto San Giorgio non sono alle singole realtà, ma agli eventi che organizzano. Noi premiamo la promozione, premiamo la voglia di fare, che porta anche lustro alla città”.

Per gli orari non c’è un criterio definito nei bandi, ma una tradizione: priorità a storicità, settori giovanili e ovviamente categoria di campionato. Per tutti, un costo che va dai 7 ai 27 euro all’ora del palazzetto, con il gestore che nel caso del PalaSavelli può arrivare a quadruplicare la tariffa. “Il mio obiettivo resta unire le società, solo nel basket sono 6 le società con la femminile che chiede spazio dopo i successi regionali, e ci riusciremo, perché così miglioreremo ogni servizio e daremo a tutti il miglior servizio”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.