07172018Mar
Last updateMar, 17 Lug 2018 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Navetta gratuita, dal mare ai monti con Marcafermana, otto itinerari per conoscere il Fermano partendo da camping e spiaggia

navettamarca5

“Fondamentale il legame con i villaggi turistici, visto che noi non siamo un tour operator ma un sistema di promozione e valorizzazione” precisa il presidente Stefano Pompozzi.

PORTO SAN GIORGIO – Marcafermana a quattro ruote. Un servizio navetta che collega la costa e le aree interne. Un pulmino da 29 posti, griffato, che arriverà fino a Montefortino. Il tutto con il contributo della Regione Marche. “Fondamentale il legame con i villaggi turistici, visto che noi non siamo un tour operator ma un sistema di promozione e valorizzazione” precisa il presidente Stefano Pompozzi.

Otto gli itinerari, con tappa finale in Piazza del Popolo a Fermo con degustazione di prodotti tipici grazie alla Confartigianato. Scelta che ben si abbina all’iniziativa di Villaggi Marche, che ha creato una rete con numerosi produttori locali insieme con l’Aiab. “Tappa di un processo lento e inesorabile che porta all’unità del territorio, anche come proposta turistica. Le nostre città e paesi devono muoversi in sintonia, ma servivano i mezzi. E oggi ne parte uno, imboccando la strada giusta” aggiunge Nicola Loira.

Due le parti, valle del Tenna e valle dell’Aso: “Sarebbe impossibile fare un servizio di raccolta unico, ci siamo organizzati in modo da far raggiungere i Sibillini da ogni angolo. Tutti i sei comuni costieri sono serviti da una o più fermate”. Dala costa, poi si risale toccando 17 comuni dell’area interna fermana. “ogni itinerario ha un pio di fermate più la tappa enogastronomica finale” prosegue Pompozzi.

Martedì e giovedì sono i giorni in cui il pulmino volerà sulle strade fermane. Tappe mirate, poli museali, pinacoteche, borghi storici. “E ogni ingresso sarà gratuito, come il servizio navetta. Ogni itinerario sarà accompagnato da una guida turistica esperta e abilitata”. È questo il ruolo di Sara Giorgi, guida turistica e presidente Federagit Ascoli-Fermo: “Saranno coinvolte guide del territorio che da anni decantano i borghi, che con la loro passione hanno fatto innamorare migliaia di turisti. Noi prendiamo per mano il visitatore, che altrimenti non entrerebbe magari in un museo. Il nostro obiettivo è fidelizzare la clientela, raccontando anche ciò che non vedono

Nello staff organizzativo Tony Montevidoni e Daniele Gatti, Villaggi Marche, e anche Laura Di Marzio, Confartigianato, che ha volto con forza esserci. “I centri vacanza contano un milione di presenze su base annua. Da tempo cerchiamo di accrescere la risposta alle esigenze del turista. Una delle richieste – spiega Montevidoni - è quella legata al turismo esperienziale. L’idea di Marcafermana ci permette di completare un servizio che i clienti chiedono”. I turisti, che hanno sempre più accesso alle informazioni, vogliono cose reali e naturali: “Per questo stiamo cercando di offrire sempre più prodotti locali nei campeggi e di far vivere il paesaggio a chi arriva da lontano, soprattutto dall’estero”.

Da qui la collaborazione con Aiab Marche e l’ingresso nelle aziende durante i tour: “Non solo degustazioni, ma anche conoscenza della produzione, per mettere le mani in pasta”. Daniele Gatti aggiunge un dettaglio: “Chi viene in vacanza spesso non vuole uscire dal campeggio, vuole parcheggiare l’auto e rilassarsi. Per cui l’accordo con Marcafermana ci permette di rendere fruibile il territorio fermano e le eccellenze gastronomiche. Offriamo un sistema semplice da usare e che noi promuoveremo nelle nostre strutture. Il nostro impegno sarà motivare le persone ad andare a scoprire paesi e monti, dedicando uno dei giorni delle ferie a questo percorso”.

In passato non ci è riuscita la Confcommercio, questa volta ci prova il sistema pubblico, che unisce anche i privati, di Marcafermana a fare rete e stimolare gli operatori a credere nel progetto. “mezza giornata per sognare e conoscere il Fermano. Un tempo breve, concentrato, ma utile per dare al turista una vera possibilità di scelta senza rinunciare al mare e alle comodità dei nostri centri vacanze e alberghi”

Il sistema prevede la prenotazione (0734221621 o segreteria@marcafermana.com), ma girerà comunque per tutte le tappe. “Dal primo luglio la navetta sarà prenotabile attraverso l’App di Marcafermana scaricabile per Android e Ios, il sistema tecnologico che darà anche suggerimenti virtuali razzie alla tecnologia della realtà virtuale strutturata da Marcafermana.

La chiosa va all’azienda Steat: “Noi per lavoro portiamo persone fino all’ultimo dei paesi della provincia. E farlo per i turisti è fondamentale. noi sentiamo la responsabilità di aiutare il territorio in cui operiamo. Speriamo che questa volta il servizio vada al meglio. Dopo che la Fermo-Porto San Giorgio è diventata una metropolitana di superficie, passa ogni 20’, e che il collegamento con Amandola è diventato un punto fermo, con questo servizio accresciamo l’offerta, puntando su una mobilità sostenibile e pubblica” precisa il presidente Fabiano Alessandrini. Non ci sono le associazioni degli albergatori in questo progetto, “ma con loro la collaborazione è costante, sono certo che presto torneranno all’interno di Marcafermana” conclude Pompozzi.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.