Tutti pazzi per lo sport: Porto San Giorgio invasa da atleti di ogni età

psgsport
psgsport5
psgsport1

Osservano le persone, provano a fare due tiri con Treier e Maspero, due dei giocatori reduci dalla prima stagione in A2 della Poderosa, e corrono lungo le quattro corsie improvvisate dall’Atletica sangiorgese.

PORTO SAN GIORGIO – Uno spettacolo unico, che ogni anno si ripete, si rinnova e cresce: la festa dello sport di Porto San Giorgio è qualcosa di unico, come la location: il lungomare. Trenta società di ogni specialità hanno montato il proprio stand e l’hanno riempito con campioni e brochure, con bambini e adulti, con chi ogni settimana si infila un paio di scarpette per boxare o correre, per saltare verso il canestro o provare a fare gol, ma anche chi al posto delle scarpe si ritrova quattro ruote con cui balla realizzando coreografie speciali. È il mondo dello sport: “Noi con questa giornata diciamo grazie alle associazioni per tutto quello che fano. E spesso per puro volontariato. La giornata che il Coni dedica allo sport noi la dedichiamo a chi ogni giorno lavora, a chi fa attività nella nostra città” spiega l’assessore Valerio Vesprini impegnato a consegnare la targa di partecipazione a tutte le realtà.

Osservano le persone, provano a fare due tiri con Treier e Maspero, due dei giocatori reduci dalla prima stagione i A2 della Poderosa, e corrono lungo le quattro corsie improvvisate dall’atletica sangiorgese. E poi ci sono le atlete della Nardi, che volteggiano senza sosta sui materassini e i forzuti di Santa vittoria o i tanti karateki. Lungo, lunghissimo l’elenco per una giornata che è iniziata troppo presto, “il sole non possiamo mai prevederlo”, ma che a metà pomeriggio è entrata nel vivo con il lungomare pieno di persone vogliose di conoscere le offerte, anche delle palestre.