07232018Lun
Last updateDom, 22 Lug 2018 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Dalla bottega di Porto San Giorgio a un miliardo di fatturato: il viaggio senza fine di Conad Adriatico

conad viaggio

Oggi Conad Adriatico ha 408 punti vendita ed una delle aziende più grandi delle Marche. “Dopo Merloni e Tod’s ci siamo noi come bilancio regionale” ribadisce Stanghetta che da domani per tre giorni porta 'Il grande viaggio insieme' tra teatro, cucine e PalaSavelli.

di Raffaele Vitali

PORTO SAN GIORGIO – Un lungo viaggio per Conad Adriatico che toccherà 14 città per confrontarsi con le comunità in cui son protagonisti i suoi prodotti. Un viaggio che parte da Porto San Giorgio e che riprende dopo la prima edizione nel 2015. “Un’azienda importante che fa del radicamento sul territorio un proprio valore. Per noi questo è importante. Un rapporto che va oltre il commerciale coinvolgendo gli anziani, lo sport, le famiglie” sottolinea il sindaco Nicola Loira che parla di “premio per la città che mette a disposizione teatro, sport e i suoi angoli migliori”.

Dal 5 al 7 aprile la cittadina fermana sarà protagonista tra feste, eventi sportivi, show cooking e momenti di riflessione sullo stare insieme: “Noi siamo nati a Porto San Giorgio, in viale della Vittoria nel 1972 vicino ai campi da tennis. Era un sottotetto ed era uno spazio gestita dalla cooperativa Ariete. 22 giovani negozianti che sognavano un futuro migliore per la distribuzione, con attività a Petritoli, Fermo, Monterubbiano e Porto San Giorgio. insieme programmavano gli acquisti”. Dopo quella di Porto San Giorgio due nuove cooperative sono nate a Porto d’Ascoli e Ascoli Piceno. Passano pochi anni e arriva la fusione con l’acquisto di un magazzino lungo la strada che porta a Rubbianello: nasceva la cooperativa Piceno. “Abruzzo e Molise divennero le tappe successive e nel 1995 l’esigenza di diventare Cooperativa Adriatico con l’ingresso in Puglia”.

Oggi Conad Adriatico ha 408 punti vendita ed una delle aziende più grandi delle Marche. “Dopo Merloni e Tod’s ci siamo noi come bilancio regionale” ribadisce Stanghetta. I mercati crescono e si ampliano, con il gruppo arrivato fino a Lecce. “Ma a Porto San Giorgio siamo nati. Per cui non potevamo che debuttare qui. E siccome l’Italia sta finendo, siamo arrivati anche in Albania dove abbiamo 40 punti vendita”.

Un bilancio annuale che supera il miliardo di euro è il biglietto da visita. “I numeri sono importanti, ma dietro ci sono i principi. Lavorando insieme si diventa invincibili e si cresce economicamente e socialmente” ribadisce Lucia Grandoni, direttrice Area sviluppo. Una tre giorni in cui Conad ascolterà i suoi clienti partendo dall’8,44% di quota di mercato coperta in zona, per un fatturato di circa 100milioni tra le province di Ascoli, Fermo e Macerata. Una buona base da cui crescere con16 milioni di euro già stanziati per almeno 8 nuove aperture (già attivi 47 punti vendita) nel giro di qualche anno. Milioni che diventano 115 da qui al 2020 in tutta l’area coperta nel centro e sud Italia. “Siamo il primo gruppo tra le Marche e la Basilicata, coprendo il 13% del mercato”. Cresce Conad del 7% rispetto al 2016: “E se ci riusciamo è perché ascoltiamo e capiamo i bisogni delle comunità in cui operiamo” riprende Stanghetta.

“Noi siamo diversi perché non esiste il titolare, ma imprenditori che in ogni luogo con la loro famiglia danno vita all’impesa sotto la spinta propulsiva e commerciale di Conad e del suo sviluppo. Soci imprenditori, con figure del posto. Noi sentiamo e ci alimentiamo del contributo sociale del territorio ed economico”. Così facendo, cresce la rete attorno al punto vendita: sono 141 le aziende produttrici che lavorano per Conad, 90 i milioni di merce fornita dalle tre province. “Le mozzarelle Conad vengono fatte ad Ascoli dalla Sabelli e vanno dalla Sicilia al Trentino. I maccheroncini di Campofilone, con il marchio Sapori e Dintorni, vengono esportati in tutta Italia. Ecco due esempi di aziende che producono per Conad con il nostro brand”. Poi ci sono 14 imprenditori della Valdaso che forniscono frutta e verdura. Piccoli fornitori che lavorando con Conad crescono e si certificano, perché il vecchio slogan ‘artisti della qualità’ è sempre valido. “E chi lavora con noi viene certificato, aumentando così il suo appeal non solo con Conad, ma con il mercato” precisa Stanghetta.

Per Porto San Giorgio una vetrina esclusiva, come ribadisce l’assessore Baldassarri. Tanto sport nella tre giorni “visto che Conad è il primo sponsor per sport minori e giovanili”. Partner del viaggio è Ecopneus che donerà sette pavimentazioni anti trauma realizzate con gomma riciclata. Incassa quindi Umberto Cingolani, che della Uisp è il riferimento: “Da domani sera (dalle 19.30) renderemo il PalaSavelli il teatro dello sport, del ben-essere. Ginnastica per adulti, a riprova che l’attività motoria è possibile in qualsiasi età, pattinaggio, danza, Kung fu, zumba e calcetto”. E sempre domani partono gli showcooking (11.30-12.30-17.30) all’interno dei tre store di Porto San Giorgio, Porto Sant’Elpidio e Magliano di Tenna. Negozi in cui troneggiano prodotti di alto livello, spesso locali.

“E le porte da noi sono sempre aperte. Se uno produce vino o formaggio e ritiene di avere un prodotto di alta qualità, può scriverci una mail. Nel giro di tre settimane noi vagliamo sempre le richieste. Ma chi ci vuole provare sappia che noi siamo molto esigenti e chi lavora con noi deve aderire a un disciplinare ferreo, con tanto di certificazioni. Noi – conclude Stanghetta – paghiamo la carne più cara di altri, perché vogliamo stalle di un certo tipo e animali sani. Quindi, chi vuole lavorare con noi pensi a un prodotto interessante per il consumatore, a un prezzo equo, alla capacità produttiva. Noi valutiamo tutti”. E così facendo Conad cresce tagliando il traguardo di 4317 dipendenti e 261 soci imprenditori. Numeri che si legano al sociale, al rapporto con le associazioni, con gli enti locali, con un mondo che venerdì pomeriggio alle 17 (alle 19 il concerto di Peppe Vessicchio) verranno affrontati in una tavola rotonda sul tema ‘Persone, comunità e valori’ in cui si confronteranno Aldo Bonomi, Fabio Renzi, Guido Guidi, Giordano Torresi, don Vinicio Albanesi e la punta della piramide del mondo Conad, l’Amministratore delegato Francesco Pugliese.

@raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.