09222018Sab
Last updateVen, 21 Set 2018 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Il Fermano solidale: Altidona per Montepacini, Porto San Giorgio per la Croce Azzurra

savinisoccer

Il mondo social sangiorgese ha lanciato due iniziative per aiutare la Croce Azzurra, la prima è una semplice donazione: due euro per ognuno dei 10mila iscritti alla pagina facebook, la seconda è una cena martedì al Calamaro.

PORTO SAN GIORGIO / ALTIDONA - Il Fermano ha un’anima solidale. Lo ha dimostrato dopo il sisma, dando ospitalità a chi aveva perso tutto, cercando di trovare soluzione, muovendosi su più canali. Lo fa oggi, quando un progetto ispira fiducia e vuole raggiungere obiettivi importanti. È avvenuto ieri ad Altidona, dove Annamaria Savini, la cuoca e titolare del ristorante pizzeria Bar del Corso ha saputo mettere a sedere 60 persone, riempiendo ogni centimetro del locale, per una cena di beneficenza. Obiettivo, raccogliere fondi per la fattoria Sociale Montepacini, colpita un mese fa da un furto che l’ha privata di macchinari e materiale fondamentale per far lavorare i ragazzi ospitati. Una cena completa per 20 euro, di cui 10 destinati interamente alla fattoria. Per la serie, Annamaria ha a malapena coperto le spese., ma lei è così, cuore grande e determinazione, che trasforma in goliardici video su social che l’hanno resa un riferimento per la Valdaso.

Spostandosi di qualche chilometro e di un paio di giorni, eccoci a Porto San Giorgio dove martedì al Calamaro va in scena ‘facciamoci un regalo”, campagna di solidarietà ideata dal gruppo facebook Porto San Giorgio social con il supporto grafico della Morese Studios per sostenere il progetto della Croce Azzurra finalizzato all’acquisto di un monitor defibrillatore. Un obiettivo ambizioso, visto che il monitor costa 18mila euro. Ma è uno strumento fondamentale per accrescere la sicurezza territoriale. “Nei giorni passati, nel corso della presentazione alla città del nuovo direttivo della Croce Azzurra, il presidente Gilberto Belleggia ha parlato della benemerita biancoazzurra come una realtà al servizio del territorio che ha bisogno del sostegno di tutti, sia come volontariato per sostenere 24 ore su 24 di turni sia da un punto di vista economico per il mantenimento di mezzi e sede” spiegano gli organizzatori.

Che hanno lanciato due iniziative, la prima è una semplice donazione: due euro per ognuno dei 10mila iscritti alla pagina facebook. Per farla, basta andare nelal sede della Croce Azzurra o effettuare un bonifico sul conto intestato alla croce Azzurra con Iban IT85 K061 5069 661C C022 1003 196 con la causale “donazione monitor defibrillatore”. Ma non basta, ecco la cena solidale al Calamaro, dove i titolari Fabio Senzacqua e Pino Rogante hanno messo a disposizione cucina e prodotti per una cena da non perdere. Un martedì sera tra polenta, salsiccia, costatelle e altri prodotti per 20 euro. Un plauso va ai promotori, Andrea Rogante, Raffaele Rizza, Gianluigi Rocchetti, Stefano Marilungo e Roberto Vittori, ma l’applauso più grande andrà ai partecipanti. Per prenotazioni chiamare il numero di telefono 393.0175075.

Infine, sabato 24, quando torna protagonista Montepacini dalle 16 all’interno del vivaio Lauri a Porto San Giorgio, che mette a disposizione i propri spazi per permettere la vendita delle creazioni dei partecipanti allo Cser, con tanto di aperitivo.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.