07222018Dom
Last updateSab, 21 Lug 2018 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Scricchiola l'amministrazione Loira. Raccichini contro Coman: "Pensa che il Pd possa fare tutto da solo"

municipio consiglio

I Comunisti: "Non per ultimo viene affermato che il PD governa grazie a tante liste civiche. Direi che il PD governa grazie al risultato ottenuto, frutto di presenza sul territorio, intensa attività politica e dialogo continuo con la cittadinanza”.

di Raffaele Vitali

PORTO SAN GIORGIO – Che sia il più bravo a usare i media lo sanno tutti, ma che da un comunicato in cui annunciava il suo passo indietro potesse ottenere cotanta attenzione, forse neppure Andrea Agostini ci avrebbe creduto. E invece, merito della segretaria cittadina del Pd Marcela Coman che con la sua replica ha avuto il poco ambito merito di far infuriare uno dei principali alleati, i Comunisti di Bisonni e Raccichini.

Passo indietro. L’ex sindaco, tra i tanti pensieri n cui promette di laavorare per una nuova colazione di centrodestra, scrive: “Il Pd governa la città grazie al contributo di tante candidate di movimenti civici, nessuna però capace di impegno amministrativo e di fiducia, se poi il Sindaco deve ricorrere ad una selezione pubblica per rispettare la legge violata della parità di genere”. Un chiaro riferimento alla questione parità di genere. Dalla segretaria, donna, arriva la risposta. Ma non è quella che tutti si sarebbero aspettati: “Agostini non dimentica il PD. Ne prendiamo atto ricordando al consigliere che alle ultime elezioni amministrative il nostro partito ha ottenuto un risultato del 25,49%, più di quanto abbia ottenuto il 100% Civico con tutta la sua carrellata di liste civiche e non. Non per ultimo viene affermato che il PD governa grazie a tante liste civiche. Direi che il PD governa grazie al risultato ottenuto, frutto di presenza sul territorio, intensa attività politica e dialogo continuo con la cittadinanza”.

Parole dure rivolte all’oppositore numero uno in consiglio, ma parole che sono andate a colpire l’assetto di maggioranza, come conferma il consigliere comunale Giorgio Raccichini: “Tra le varie affermazioni, Agostini ha messo in evidenza un dato oggettivo: la vittoria di Loira alle ultime elezioni è stata permessa dall'esistenza di una coalizione coesa. Che cosa si poteva obiettare ad un'analisi in fin dei conti veritiera?”. La domanda, ovviamente retorica, introduce la critica alla Coman: “Nulla da obiettare, tuttavia è intervenuta la segretaria del PD che, dovendo a tutti i costi polemizzare con Agostini, ha finito per cancellare l'esistenza e il ruolo di tutte le altre liste o forze politiche che hanno dato un contributo decisivo alla vittoria al primo turno di Loira. Chissà come sarebbe stata la storia di questi mesi, se si fosse andati al ballottaggio con tutte le insidie che questo nasconde”.

È rimasto stupito dalla risposta della Comana il consigliere Raccichini, visto che “è da apprezzare l'atteggiamento di Agostini, il quale fa un passo indietro mettendo però a disposizione di altri la sua esperienza”. Ma se risposta c’è stata, un motivo deve esserci. E secondo i Comunisti è presto detto: “La ragione sembra proprio consistere nella volontà di sottolineare che il Pd può fare da solo, in linea con quanto accaduto in occasione della formazione della Giunta, nella quale questo partito si è assicurato tre Assessori, compreso il Vicesindaco. Dal pluralismo della precedente Giunta sembra essere passati quasi ad un monocolore. Eppure, nel quinquennio precedente figure come Talamonti e altre hanno fatto crescere l’apprezzamento di Loira. Oggi pare di no. Si scopre infatti che è esistito ed esiste solo il PD. L'esperienza e la proposta di un'intera coalizione sono diventate l'esperienza e la proposta di un unico partito” conclude Raccichini.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.