07222018Dom
Last updateSab, 21 Lug 2018 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

A Fermo manca una galleria d'arte, vendere non si può. Le opere del Preziotti in mostra nella 'Piazza artigiana'

preziottipiazzaarti

Sarebbe bello poter vendere le opere, ma per ora restano patrimonio della scuola. “Certo, ci fosse una galleria d’arte, si potrebbero organizzare esposizioni mirate” aggiunge la professoressa. Manca a Fermo un luogo stile Galleria Marcantoni a Pedaso.

FERMO – Il secondo piano della piazza artigiana, il locale multibrand realizzato dagli associati Confartigianato per offrire un luogo dove comprare di tutto, dall’olio alle scarpe, dai cappelli al vino, diventa una sala espositiva.

Sui muri azzurri una serie di opere realizzate dagli alunni del quarto e quinto anno del Liceo Artistico Preziotti frutto di tre mesi di lavoro di due classi. Filo conduttore, fino al 7 gennaio, la ‘maternità’. “Dovevamo esporre all’oratorio di Santa Monica, ma il sisma ci ha bloccato tutto. Per cui, grazie alla Confartigianato che ci permette di mostrare quello che i nostri ragazzi realizzano con bravura e sudore”. La professoressa Lucia Postacchini ha seguito passo passo i ragazzi insieme con il professor Nunzio Giustozzi.

Opera dentro un’opera: da ammirare è il disegno, splendida è la cornice. “tutto made in liceo artistico” ribadisce la professoressa. Il problema è che il tanto prodotto dentro la scuola non riesce a trovare un luogo per mostrarsi. Una volta è la Sala Imperatori a porto San Giorgio, questa volta è Piazza Artigiana in corso Cefalonia a Fermo.

Si fondono nella mostra incisione e basso rilievo, l’uso della foglia d’oro con la lavorazione del legno e la tecnica a guazzo fino al colore prodotto a mano, come se fossimo ai tempi di Raffaelle. “Centro del nostro lavoro è il valore del tempo che agisce sull’arte. Per questo abbiamo antichizzato le cornici e usato tecniche mirate” spiegano due alunni, Eleonora ed Edoardo.

Sarebbe bello poter vendere le opere, ma per ora restano patrimonio della scuola. “Certo, ci fosse una galleria d’arte, si potrebbero organizzare esposizioni mirate” aggiunge la professoressa. Manca a Fermo un luogo stile Galleria Marcantoni a Pedaso. Manca e mancando non c’è possibilità di trasformare lavori che impegnano i ragazzi e risorse della scuola in prodotti da mettere sul mercato e così finanziare un ulteriore sviluppo. “La scuola ha sempre bisogno di risorse, così eviteremmo che chi va a fare alternanza scuola lavoro in aziende moderne, come la Brosway, si trovi di fronte a materiali mai visti. Poi, per fortuna, i nostri alunni sono preparati e si adattano. Ma vorremmo dare sempre di più” conclude la docente che lancia così un messaggio natalizio alle amministrazioni e agli imprenditori “che vorremmo sempre più al fianco dei nostri allievi”. Intanto, entrare nelal Piazza Artigiana per ammirare i lavori e perdersi su riproduzioni di Botticelli, Raffaello, Klimt e tanti altri realizzati dalle mani giovani e talentuose degli alunni del Preziotti. 

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.