11222017Mer
Last updateMar, 21 Nov 2017 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

I buoni cittadini del futuro leggono anche per strada: iniziativa della Nardi

cintileggere

  “I complimenti vanno ancora una volta all’Isc Nardi – chiude il sindaco Loira, stamane tra il pubblico dei giovani lettori – i docenti e la dirigente dimostrano ancora una volta di saper cogliere le opportunità per differenziare l’offerta formativa”.

PORTO SAN GIORGIO - «Scusi posso leggerle una storia?”. ‘Armati’ di libri, i giovani alunni dell’Isc Nardi hanno letto storie, brani e recitato poesie ai passanti. L’hanno fatto un po’ ovunque, da piazza Torino a viale Cavallotti, da viale don Minzoni a piazza Matteotti, viale Buozzi compreso.

L’entusiasmo alle stelle degli alunni, la soddisfazione dei docenti sono stati gli ingredienti di una “lettura on the road”. Per alcuni di questi la preparazione della mattinata fuori dalle aule ha significato la pittura di vecchie magliette. E siccome l’iniziativa aveva il nome di un hashtag, #ioleggoperchè, i ragazzi hanno anche scritto, dietro le spalle perché leggevano. «Io leggo perché ho preso il vizio», oppure «Perché mi diverto», e anche «Perché mi rilasso». Non importa cosa si leggeva, basta che lo si faceva, e qualcuno è anche andato un po’ oltre. “Io dovrei leggerle una poesia, ma la recito a memoria”, ha sottolineato con soddisfazione un alunno in piazza Matteotti. Le loro letture spaziavano un po’ ovunque: dai sorrisi al bello, quello vero, quello che ancora non è successo, dalle vicende di 100 donne che hanno fatto la storia (dall’antichità ai giorni nostri) alle letture in lingua straniera, dai romanzi alle poesie. Si leggeva di tutto. C’è chi è stato più fortunato e ha letto di più, e chi lo è stato meno, e anche chi ha attribuito la causa della diffidenza di alcune persone ad un motivo ben preciso. “Prof. – ha commentato un ragazzo di terza – non è che la gente non si ferma perché ci scambia per testimoni di Geova che fermano sempre le persone?”. E a chi li ascoltava pazientemente, i ragazzi, in collaborazione con la libreria Mondadori, donavano spille, segnalibri e in alcuni casi anche libri.  “I complimenti vanno ancora una volta all’Isc Nardi – chiude il sindaco Loira, stamane tra il pubblico dei giovani lettori – i docenti e la dirigente dimostrano ancora una volta di saper cogliere le opportunità per differenziare l’offerta formativa”.

Chiara Morini

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.