12112017Lun
Last updateDom, 10 Dic 2017 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Bigioni al fianco di Loira; "La Poderosa ha bisogno dei sangiorgesi e della loro passione per il basket"

poderosa bigioni loira

L’arrivo della Poderosa porta all’abbellimento del palas: “Si troveranno bene i tifosi e realizzeremo anche un’area hospitality con prodotti delle aree terremotate, e non solo. Il tempo è poco, ma completeremo tutto”

di Raffaele Vitali

PORTO SAN GIORGIO – Nel primo anno di Amministrazione, Nicola Loira puntò sul PalaSavelli e sul basket. “È una delle più importanti strutture delle Marche che ha senso, economicamente e sportivamente, solo con manifestazioni di carattere nazionale. Ci siamo sempre impegnati per questo” esordisce il sindaco Nicola Loira. Fu così con la Sutor Basket, è così oggi con la Poderosa Pallacanestro Montegranaro “che ha scelto Porto San Giorgio come sede di gioco”.

Loira plaude al lavoro dell’assessore Valerio Vesprini e dell’ufficio Sport che con la famiglia Bigioni ridanno lustro alla città come piazza di basket che si confronterà con altre storiche realtà come Bologna, Trieste, Treviso, Jesi, Roseto, “con cui mi ricordo fin da piccolo scontri epici alla pallacanestro Baldassarri”, e Ferrara. “La mia impressione, dopo i contatti con la famiglia che siamo al cospetto di un progetto molto serio, con i piedi piantati per terra. spero che il territorio fermano riconosca nella Poderosa una realtà da sentire propria”.

Chi incassa i complimenti per la scelta è Ronny Bigioni, volto e voce della famiglia proprietaria della Poderosa: “Siamo stati accolti a braccia aperte. Abbiamo scelto Porto San Giorgio perché siamo sicuri che ci sarà, come c’è stata, voglia e fame di basket. Abbiamo trattato direttamente con l’assessore perché avevamo bisogno di trovare una casa per più anni possibili, dando il massimo per mantenere la A2 che ci farà vivere grandi sfide, tutte difficilissime”. Per Bigioni Porto San Giorgio è il campo, ma è il territorio il suo obiettivo. “L’8 ottobre giocheremo la prima partita al PalaSavelli contro Roseto, che avrà tanti tifosi al seguito, dopo il debutto, il 30 settembre, a Ferrara. Sarà emozionante, perché per noi è stato un sogno arrivare in A2 e farlo partendo da uno dei palasport più belli ci carica”. Per riempire il palasport ci sarà anche un torneo di basket giovanile tra Poderosa e Roseto prima della partita.

L’arrivo della Poderosa porta all’abbellimento del palas: “Si troveranno bene i tifosi e realizzeremo anche un’area hospitality con prodotti delle aree terremotate, e non solo. Il tempo è poco, ma completeremo tutto”. È in corso la levigatura ed è già terminata la verniciatura delle pareti, con alcuni angoli trasformati in gialloblù. “Abbiamo chiesto degli orari per la prima squadra e li abbiamo ottenuti e avremo anche la possibilità di fare quattro amichevoli e di poter gestire il bar nel giorno in cui giochiamo noi”. Bigioni è convinto che la sinergia con i gestori, attuali e futuri, ci sarà: “Porto San Giorgio sarà presente sulla sopramaglia e anche in mezzo al campo con il logo. A tutti i sangiorgesi dico che possono e speriamo siano la nostra forza. Abbiamo chiuso un accordo di collaborazione con la Virtus Basket e insieme realizzeremo iniziative a livello giovanile. Noi abbiamo bisogno dei sangiorgesi al palazzetto”.

La convenzione la spiega l’assessore Valerio Vesprini: “Sono due anni che con la famiglia Bigioni dialoghiamo e parliamo del PalaSavelli. Loro mi rispondevano con la parola ‘progetto’, con la parola ‘territorio’ e quindi trovare l’intesa è stata facile”. I Bigioni stanno rimettendo in forma il PalaSavelli: “Lavori per oltre 30mila euro che fanno a loro spese che riguardano tutto il campo, non solo lo spazio basket. E lo fanno pensando a far diventare la partita un evento, in stile Nba” spiega Vesprini che vede in questo una ulteriore forma di promozione per la cittadina costiera.

La firma sull’accordo è stata messa venerdì da Dino Bigioni: 11 ore settimanali per allenamenti più partite, uso esclusivo dell’area hospitality - palestrina, uso esclusivo per partite o eventi Bigioni del bar e di numerosi spazi pubblicitari. “Questo in cambio di 40mila euro a stagione”. I Bigioni, per i lavori, riceveranno 10mila euro in quattro anni dal gestore.

La squadra si allenerà dal 25 a Porto San Giorgio. “E prima ci sarà un momento di incontro tra la squadra e la città con ospiti importanti. Nel mentre lavoreremo con le scuole, portando i giocatori nelle classi e settimanalmente cercheremo di essere presenti come società e come squadra”.

Convenzione firmata, bando di gestione in scadenza il 30 ottobre: “Sul nuovo bando stiamo lavorando, verranno inserite opere migliorative. Sapendo che la Poderosa verserà 40mila euro l’anno all’anno al gestore a fronte di dici mesi di uso” aggiunge Vesprini. La Poderosa potrebbe valutare anche di partecipare al bando, ma non è la priorità: “La differenza dalla B alla A2 è enorme. La stiamo vivendo ogni giorno: coinvolgere scuole e sponsor, allestire il roster. Attualmente non ci stiamo pensando e per questo abbiamo parlato direttamente con il comune per ragionare su quello che ci serviva. E per due anni so che la Poderosa sarà qui. A oggi non abbiamo tempo per la gestione. A Montegranaro facciamo parte dell’EsaSport che gestisce palazzetti e palestre, difficile immaginare un raddoppio. Noi quando facciamo una cosa la facciamo al meglio, ci muoviamo solo quando siamo pronti. Poi – conclude Bigioni - vedremo il bando”. 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fede, giovani e integrazione: i primi pensieri fermani di monsignor Pennacchio

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.