11252017Sab
Last updateVen, 24 Nov 2017 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Zero sprechi a tavola ed educazione ambientale: sventola la bandiera verde sulle scuole Nardi e Fracassetti

Eco school flag

Lido di Fermo diventa così il cuore di ‘Zero sprechi’ il coordinamento dell’insegnante Valentina Musati, è stato quello di comprendere i percorsi di educazione alimentare anche attraverso il consumo di pesce fresco azzurro locale (introdotto in mensa per la prima volta quest’anno) e di verdure.

FERMO/PORTO SAN GIORGIO – Scuole modello, anche nell’ecologia. Due bandiere verdi sventolano: una a Porto San Giorgio e una a Fermo. La prima verrà appesa alle finestre dell’Isc Nardi, la seconda è quella della Fracassetti. Nel mezzo, una menzione speciale per il liceo artistico “Licini”.

La comunicazione è arrivata dalla Fee Italia, la stessa organizzazione che attribuisce le bandiere blu. Eco-Schools è il programma internazionale di certificazione per le scuole che intendono promuovere la sostenibilità attraverso l’educazione ambientale e la gestione ecologica dell’edificio scolastico.

A essere giudicati sono stai i lavori inviati dai ragazzi, che hanno saputo coinvolgere anche genitori e insegnanti. “È stato interessante notare – scrive la Fee al comune di Porto San Giorgio - come in parecchi progetti siano intervenuti anche i genitori, testimoniando il desiderio di lavorare fianco a fianco con gli insegnanti per un impegno che potesse ricadere utilmente sulla scuola e sulla città”.

Numerosi i criteri per la valutazione: attività realizzate, impegno certificato, numero delle classi partecipanti, buone pratiche attuate, risultati concreti e misurabili, gemellaggi, partecipazione ad eventi in rete oltre la dimensione del territorio, cura e ordine nella presentazione dei lavori. “Questo è un riconoscimento – ribadiscono gli assessori Gramegna e Baldassarri - dell’alta qualità del corpo docente”

La stessa soddisfazione la esprime Fermo, che già contava sulla bandiera assegnata alla Betti e alla Da Vinci, premiata per il progetto di educazione alimentare Zero Sprechi. “Un percorso con cui si è voluto perseguire degli obiettivi chiari, nell’ottica di creare maggiore consapevolezza sul cibo attraverso l’educazione alimentare, tramite un'analisi e una valutazione delle conseguenze generate dallo spreco alimentare durante la mensa scolastica, delle ricadute sul territorio con una visita alla discarica comunale e con una campagna di sensibilizzazione per promuovere comportamenti virtuosi nei confronti del cibo nel presente e nel futuro”.

Lido di Fermo diventa così il cuore di ‘Zero sprechi’ il coordinamento dell’insegnante Valentina Musati, è stato quello di comprendere i percorsi di educazione alimentare anche attraverso il consumo di pesce fresco azzurro locale (introdotto in mensa per la prima volta quest’anno) e di verdure. “Un giusto riconoscimento che va a gratificare l’impegno della scuola, per cui ringrazio la Dirigente Bernardini” sottolinea il sindaco Calcinaro. “Con questo percorso i bambini sono stati sensibilizzati verso due messaggi importanti: mangiare prodotti freschi locali come il pesce e soprattutto non sprecare” ha aggiunto l’assessore alle politiche scolastiche Mirco Giampieri affiancato dal collega Ciarrocchi e dai consiglieri Monteleone e Falzolgher. A Fermo il progetto si è anche interfacciato con alcuni progetti scolastici, per condividere risorse e idee, come ‘Oro della terra a tavola’ e ‘Pappa Fish’.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.