11252017Sab
Last updateSab, 25 Nov 2017 7am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Multe, controlli e sequestri. Mare sicuro con la motovedetta della Capitaneria e gli uomini in spiaggia

capitaneriacontrollimotove

Ma gli uomini della Capitaneria sono in azione anche sulla spiaggia. E così è arrivata la denuncia a carico del titolare di uno stabilimento balneare privo del servizio di salvataggio.

PORTO SAN GIORGIO - Altro che Alitalia, la motovedetta della Capitaneria di Porto San Giorgio guidata da Cosimo Carbone le mille miglia le percorre davvero. E lo fa per garantire la sicurezza di natanti e bagnanti. Al comando della Cp 538 c’è Cosimo Carbone.

Dopo un lungo periodo di manutenzione per potenziare la linea di propulsione, la barca è tornata in mare il 31 gennaio 2017 e in poco più di 5 mesi ha raggiunto il traguardo delle mille miglia di costante attività di vigilanza e controllo nelle acque del Circondario Marittimo di Porto San Giorgio che vanno dalla foce del fiume Chienti al Comune di Campofilone fino alle 12 miglia nautiche di distanza dalla costa (limite delle acque territoriali italiane). Nel corso dei pattugliamenti operati in orari diurni e notturni sono stati condotti 171 controlli di natura ambientale sia in prossimità delle foci dei fiumi e dei fossi, sia in prossimità delle 7 piattaforme di estrazione petrolifera e di gas naturale presenti nel circondario marittimo. Sono stati inoltre condotti 72 controlli in materia di pesca riguardanti sia la regolare assunzione dei marittimi a bordo dei motopescherecci, sia il rispetto delle distanze dalla costa per lo strascico, la pesca delle vongole ed il posizionamento di attrezzi da posta, nonché la conformità alle norme comunitarie delle attrezzature utilizzate per la cattura dei pesci e dei molluschi.

Ma gli uomini della Capitaneria sono in azione anche sulla spiaggia. E così è arrivata la denuncia a carico del titolare di uno stabilimento balneare privo del servizio di salvataggio. Multa da 1032 euro e rischio di chiusura dell’attività, mancando di fatto le condizioni basi per garantire il primario interesse della sicurezza della balneazione. Luglio e agosto sono i mesi clou per gli uomini guidati fino al 21 luglio dal comandante Fabrizio Strusi. Poi, dal giorno dopo, spazio a Ciro Petrunelli, che arriva da Taranto, alla guida dell’operazione Mare Sicuro 2017 che coinvolge tutti i comandi italiani e 3.000 uomini e donne, oltre 300 mezzi navali, tra cui la motovedetta Cp %38, e 15 mezzi aerei lungo tutti gli 8.000 chilometri di coste del Paese, nonché sul Lago di Garda e sul Lago Maggiore.

Sempre in bianco, ma con un po' di blu, sulal spiaggia si muovono anchei vigili di porto San Giorgio che alternano sequestri di merce contraffatta, coem accaduto venerdì, a multe a chi parcheggia in modo selvaggio per buttarsi prima in mare e scappare dal caldo

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.