07222017Sab
Last updateSab, 22 Lug 2017 7am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Loira: "Ecco la mia Giunta. Nessuna esclusione, scelto il meglio per Porto San Giorgio"

giuntaloirabis

 Ha chiesto disponibilità Loira agli assessori e farà lo stesso con i consiglieri comunali: “Affiderò alcuni settori importanti come le politiche giovanili, le pari opportunità, alle Partecipate. Nei primi giorni verificherò le disponibilità dei consiglieri”. (VIDEO)

di Raffaele Vitali

PORTO SAN GIORGIO - Ecco l’organo esecutivo del Comune di Porto San Giorgio. “Ho seguito dei criteri precisi: rappresentatività della coalizione, sensibilità e competenza in alcuni settori, la disponibilità al lavoro e la fiducia personale, che è alla base della scelta”. Le definisce “persone funzionali all’esecuzione e alla messa in atto del progetto amministrativo e del programma politico”.

La maggioranza è composta da Pd e liste civiche: “Una maggioranza che negli anni sosterrà l’azione amministrativa indicando scelte e priorità” prosegue il primo cittadino. Ha chiesto disponibilità Loira agli assessori e farà lo stesso con i consiglieri comunali: “Affiderò alcuni settori importanti come le politiche giovanili, le pari opportunità, alle Partecipate. Nei primi gironi verificherò le disponibilità dei consiglieri” (video).

Una Giunta composta dal sindaco Nicola Loira, che tiene per sé il Bilancio e la Pesca. Conferme e novità nella sua squadra che presenta tra deleghe e parole di ammirazione (VIDEO DELEGHE) .

Francesco Gramegna Tota resta vicesindaco e rispetto alle deleghe di cinque anni fa, in cui spiccavano i Servizi Sociali, si occuperà anche di Personale. “Ha la mia stima e fiducia. Ho chiesto a lui di impegnarsi in politica perché sentivo che il suo impegno nella società poteva completarsi. Ha una grande sensibilità, ma non ha ancora il piglio del politico vero che però sta crescendo”.

A Elisabetta Baldassarri vanno Cultura, turismo, servizi demografici. Giampiero Marcattili che gestirà Commercio, sicurezza, Ced e politiche europee. “Sono due classi 1970, come me. Siamo cresciuti insieme. Stima reciproca con Elisabetta, che è funzionario regionale, con cui ho condiviso anche la mia prima esperienza da assessore. Con Giampiero è nato un dialogo dopo il mio insediamento da sindaco nel 2012. Un confronto costante sul commercio e sullo sviluppo di Porto San Giorgio, a partire dalla riqualificazione del centro urbano. Lui dovrà dialogare con i commercianti, me l’hanno chiesto in campagna elettorale, le associazioni di categoria, a cui ho chiesto collaborazione e rappresentatività”. Sono nati così due assessorati divisi, ma che in realtà dovranno muoversi come una cosa sola “perché il Turismo ha ricadute sul commercio”.

A Massimo Silvestrini Ambiente, demanio, urbanistica ed edilizia. “Con Massimo un lungo percorso politico comune. Medico chirurgo, ma con una grande capacità nel campo dell’Urbanistica e dell’Ambiente. Da anni è un riferimento per il partito in questo campo”

Valerio Vesprini aggiunge i Lavori Pubblici a Sport e Viabilità. “Nonostante la giovane età è un politico navigato. Mi ha supportato in maniera totale in questi anni con la sua disponibilità. E nei suoi settori ha dato prova di capacità”.

Squadra vincente per il sindaco: “Figure funzionali al progetto, individuate come conseguenza di un ragionamento che non mi fa dire che non ci siano altre risorse. Confido molto nel Consiglio comunale e nei gruppi consiliari. E non escludo coinvolgimenti futuri per una squadra che vorrei lavorasse bene negli anni”.

Mal di pancia dentro il Pd? Non per Loira che parla davanti ad Andrea Di Virgilio, segretario del Partito Democratico: “Sarà il capogruppo in Consiglio ed è una grande risorsa del partito. Ha dimostrato maturità politica in questa vicenda. Era una delle persone che maggiormente meritavano di entrare nell’esecutivo. Che non è il premio, ma il risultato di un ragionamento e di una serie di equilibri. So che per lui sia stata una delusione non essere scelto, visto che gran parte del merito è suo. Ma ha capito”.

Fuori Di Virgilio, fuori la Ciabattoni: “Non parliamo di esclusioni, non esistono diritti. Quando ho fatto l’assessore la politica mi chiese di farmi da parte. Chi non siede dentro la Giunta mantiene un grande ruolo politico e rappresentano il popolo in Consiglio, che sarà rinnovato con giovani e donne che ci fa guardare bene al futuro”.

Perché una sola donna in Giunta, Loira lo spiega: “La legge parla del 40%, io ho trovato l’equilibrio e faccio gli interessi della città con questo assetto”. E questa sarà la motivazione. Lunedì si comincia con il primo consiglio comunale, “non spetta me a deciderlo, anche se ritengo che Giuseppe Catalini abbia svolto bene questo lavoro rappresentando in maniera rispettosa il Consiglio anche fuori dall’aula”, che provvederà alle surroghe: per il Pd entrano Roberta Bonanno, Giacomo Clementi e Samuela Pasquini; per Vesprini Carlotta Lanciotti; Cristian De Luna al posto di Marcattili. “Sono sindaco per il secondo mandato, ma questa città avrà un futuro dopo di me” conclude orgoglioso.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Il ritorno in vita della caretta caretta

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.