09192017Mar
Last updateMar, 19 Set 2017 3pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Pro Loco in Festa, i tre giorni più buoni dell'estate per golosi e curiosi

Pro Loco in festa

Tra i ritorni più attesi quello della Pro Loco di Fermo, un anno fa assente in polemica per la posizione assegnata. La tre giorni si caratterizza da anni per l’attenzione all’ambiente, con l’uso di materiale compostabile.

PORTO SAN GIORGIO – Se bene volete mangiare, a Pro Loco in Festa dovete andare. Potrebbe essere questo lo slogan della festa dell’estate, quella che unisce ogni angolo delle Marche e di mezza Italia, varcando anche i confini con gli ‘amici’ di Varpalota.

Tre giorni che trasformano il lungomare di Porto San Giorgio nel regno del cibo, delle prelibatezze, dei piatti curiosi, delle bottiglie di prosecco trevigiano, delle tagliatelle fritte di Monterubbiano. Di tutto di più dal 30 giugno al due luglio per quella che il sindaco Nicola Loira definisce “la più grande manifestazione a livello regionale, un evento che fa la storia della città”.

La diciassettesima edizione si apre con lo sguardo, come tutto quello che viene fatto in questa estate, ai paesi terremotati. Alla ormai abituale Amandola si aggiungono la Pro Loco di Amatrice e di Force: “Sono contento di questa scelta fortemente voluta dal direttivo e dall’amministrazione”. Il lungomare diventerà la cornice di 31 ristoranti: 21 arrivano dal Piceno-Fermano, 4 da fuori provincia, 5 da Toscana, Friuli, Abruzzo, Campania e Sicilia, e 1 da oltre le Alpi, gli ungheresi di Varpalota.

Tra i ritorni più attesi quello della Pro Loco di Fermo, un anno fa assente in polemica per la posizione assegnata. La tre giorni si caratterizza da anni per l’attenzione all’ambiente, con l’uso di materiale compostabile e la pulizia affidata al personale della Sangiorgio Distribuzione guidata da marco Ceccarani. “Una manifestazione cresciuta sotto ogni punto divista: ambientale, amministrativo e di sicurezza” ribadisce il numero uno dell’associazione, Massimo Agostini affiancato dal presidente provinciale Unpli Marco Silla.

Non resta che passeggiare e mangiare, lasciandosi attrarre dai profumi e dal gusto dato dal solo sguardo di qualcosa che non si conosce. Il tutto in attesa dei fuochi d’artificio previsti alle 24 di domenica 2 luglio. Sorriso finale sfogliando il libretto del programma dove già è stato deciso l’assessore al Turismo: Catia Ciabattoni. Previsione vincente? Di certo non sbaglierà chi decide di godersi almeno una serata sul lungomare sangiorgese.

Raffaele Vitali

 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.