11242017Ven
Last updateVen, 24 Nov 2017 8am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

La 'sinistra' di Loira ha le idee chiare: Sangiorgio Energie pubblica e politiche eque

bisonni cell

Da un lato la lista dell’assessore Renato Bisonni e del consigliere uscente Giorgio Raccichini, dall’altra quella dell’assessore Talamonti e della consigliera Minnetti.

PORTO SAN GIORGIO – L’anima di sinistra della coalizione di Nicola Loira in azione in vista del voto. Da un lato la lista dell’assessore Renato Bisonni e del consigliere uscente Giorgio Raccichini, dall’altra quella dell’assessore Talamonti e della consigliera Minnetti. Si parla di divisione politica da un lato, “mai rinunciare alla proprietà pubblica della Sangiorgio Energie”, e dall’altro di quanto di buono fatto nei 5 anni che si vanno chiudendo

Il passato che ha futuro

“La lista “Porto San Giorgio a Sinistra” è composta da persone che da anni lottano attivamente contro politiche inique per i lavoratori e i disoccupati italiani e contro le guerre che insanguinano il pianeta e generano, tra le altre cose, il dramma delle migrazioni”. La premessa di Bisonni serve per ricordare i traguardi tagliati: “L’abbattimento senza precedenti delle barriere architettoniche che rende più inclusiva la nostra città; l’opera di riqualificazione di alcune aree come quella centrale, fondamentale non solo per rendere più vivibile e bella Porto san Giorgio, ma anche per contribuire a rilanciare le attività economiche, prevalentemente commerciali e turistiche, sangiorgesi; la gestione seria ed equilibrata del bilancio in cui è stata data priorità ai servizi sociali e all’istruzione e che ha permesso di non aumentare le tariffe dei servizi a domanda individuale; la rivitalizzazione del centro storico e di Rocca Tiepolo attraverso il recupero della camminata lungo le mura medievali e l’organizzazione di eventi culturali di spessore” è il sunto di anni di Amministrazione degli ex Comunisti italiani che guardano anche alle incompiute: “C’è tanto da concretizzazione dopo aver speso molte energie: il completamento del porto, secondo previsioni edificatorie e criteri totalmente diversi da quelli presentati in pompa magna dai privati, e l’intervento nella ZPU8, cioè la zona Cossiri, che deve diventare una degna porta d’ingresso alla città ed essere potenziata nella sua vocazione sportiva.

Il partecipata gioiello

“La San Giorgio Energie è e resterà pubblica” commentano Daniela Minnetti a nome del gruppo. “A fronte di un decreto legislativo che imponeva agli enti locali di vendere le società partecipate di tipo commerciale  molti comuni hanno scelto di privatizzare completamente il servizio vendita gas, noi abbiamo invece ritenuto che tale servizio dovesse essere considerato essenziale, di interesse generale e quindi abbiamo chiesto all’amministratore della San Giorgio Energie di effettuare una analisi dell’andamento futuro della società, della sua capacità di rimanere sul mercato e di continuare a garantire tale servizio. ma capimmo che era il momento migliore per provare a cedere il 49% delle quote, in modo tale da mantenere pubblica la società e trovare un partner industriale in grado di garantirci competenza, specializzazione, knowhow, capacità di acquisto e capacità commerciale”. Così è stato. “Grazie all’ingresso del privato abbiamo potuto estendere il servizio anche al mercato elettrico; le utenze sono cresciute di 1.500 unità, l’utile è tornato a crescere. Per non parlare dei vantaggi “indiretti”: grazie al supporto della SGR di Rimini acquistiamo il gas nei momenti migliori e a prezzi più competitivi arrivando a risparmiare fino a 50.000€ annui, abbiamo un software nuovo a costo zero, supporto commerciale gratuito”. Arriva ora il nodo fusione con Fermo: “Sarà fondamentale, in quel caso, porre molta attenzione alla stesura dello statuto e dei patti parasociali in modo da garantire la governance pubblica e lo stesso servizio, attento e di qualità, ai cittadini”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.