09222017Ven
Last updateVen, 22 Set 2017 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Al PalaSavelli si lotta dentro la gabbia, a Riva Fiorita lottano i fiorai sangiorgesi per non farsi schiacciare dalle bancarelle

fierapsg

In centro, invece, spazio ai fiori con il ritorno di Riva fiorita. La manifestazione, però, ha fatto infuriare chi con le piante ci lavora ogni giorno: Garden Idea Verde, la Fioreria, Pollice Verde e Postacchini fiori. “Da anni lottiamo affinché la Festa dei fiori sia spostata in una data alternativa alla Festa della mamma, ma puntualmente i nostri appelli restano inascoltati".

PORTO SAN GIORGIO – Un sabato spettacolare a Porto San Giorgio. Al PalaSavelli va in scena la seconda edizione di “Day in the cage”, evento inserito nel programma nazionale dei circuiti Adcc Italia - Shooto Italia e Campionato regionale Open Wtka. Si affronteranno atleti provenienti da diverse regioni d'Italia, tra cui diversi del Fermano, divisi per categorie e discipline. Quelle praticate sono: Submission, Mma light, Mma dilettanti, Mma professionisti, K1, Muay Thai e Contatto pieno. In serata la manifestazione entrerà nel vivo con il gala: l’ottagono che vedrà in scena atleti professionisti impegnati a combattimenti a contatto pieno. A organizzare l’evento l'Asd Studio Danza & Fil's Fight di Monte Urano.

In centro, invece, spazio ai fiori con il ritorno di Riva fiorita. La manifestazione, però, ha fatto infuriare chi con le piante ci lavora ogni giorno: Garden Idea Verde, la Fioreria, Pollice Verde e Postacchini fiori. “Da anni lottiamo affinché la Festa dei fiori sia spostata in una data alternativa alla seconda domenica di maggio, in cui si celebra la Festa della mamma, ma puntualmente i nostri appelli restano inascoltati. Quella che inizialmente poteva essere considerata solo come una disattenzione ed una mancanza di sensibilità verso i commercianti sangiorgesi, ormai sta assumendo le proporzioni di un vero proprio accanimento e di una cosciente volontà di danneggiarci”. Parole rimaste inascoltate con i viali cittadini presi d’assalto dagli appassionati e i negozi a lottare per vendere il loro curato e ben infiocchettato mazzetto di fiori. E' anche vero che gli organizzatori quest'anno avevano messo a disposizione delle ditte locali spazi esentati dal pagamento della tassa d'occupazione del suolo pubblico. 

"Gli eventi servono a valorizzare una città e i suoi operatori, non a stroncarli.Chiediamo semplicemente, da tempo, di spostare la Festa dei fiori in un'altra data. E' fin troppo evidente che la ricorrenza della Festa della Mamma rappresenti una delle occasioni più propizie dell'anno per chi opera nel nostro settore. Nessun amministratore che abbia un barlume di buon senso allestirebbe un'iniziativa che dissangua le fiorerie della propria città in quella che per loro è la giornata più importante. Anche l'ultimo dei sindaci si porrebbe il problema. Solo a Porto San Giorgio le esigenze dei commercianti vengono calpestate senza la minima considerazione.Per tenerci a bada ci hanno offerto uno spazio gratuito all'interno della manifestazione. Qualcuno dovrebbe spiegarci per quale ragione dovremmo lasciare il nostro locale nella domenica più importante dell'anno per ritagliarci un angolino e trovarci da ospiti a casa nostra" concludono i fiorai sangiorgesi.

@raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.