11252017Sab
Last updateSab, 25 Nov 2017 10am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Dal cestista De Angelis al figlio, la Petracci schiera gli assi. "La biblioteca alla Salara"

petracci1
petracci2

“So trattare con le persone – racconta la Petracci – la mia famiglia è di Porto San Giorgio; sono stata scout e quando mio padre morì prematuramente a 49 anni io dovetti imparare a gestire l’azienda”.

di Chiara Morini

PORTO SAN GIORGIO – La politica è una passione di famiglia. C’è anche il figlio di Alessandra Petracci tra i nomi che compongono le due liste di candidati al consiglio comunale. Si chiama Vittorio Albano ed è studente. Al di là dei legami familiari, la Petracci ha presentato due liste, una di 12 candidati, “Si Cambia”, l’altra di 13, “Si Svolta”.

E’ lei stessa che parla dei 25 candidati che l’appoggiano definendoli “gente volenterosa, pronta ad impegnarsi per la città, senza avere alcun compromesso politico”. Civici puri, si definiscono. Si impegnano, parole della Petracci, e “ci mettono la faccia per Porto San Giorgio, per la loro casa”. Anche la Petracci promette una politica dai toni “morbidi”, che non si limita a criticare l’operato degli altri candidati, ma propone idee concrete per la sua città.

“So trattare con le persone – racconta la Petracci – la mia famiglia è di Porto San Giorgio; sono stata scout e quando mio padre morì prematuramente a 49 anni io dovetti imparare a gestire l’azienda”. Di qui lo stare con la gente e l’idea di potersi circondare di 25 persone capaci, dal momento che lei stessa dice “non riesco a fare tutto”. Un programma futuristico. “Il mio menu elettorale è fatto di dieci “portate”, dieci punti che lei, se vince, è convinta possano far bene alla città (LEGGI). “Abbiamo in lista giovani e meno giovani – precisa l’imprenditrice – sarà anche un progetto futuristico, ma il nostro progetto giovani, il municipio in centro, la nuova vita del commercio, il progetto turismo, le idee per il porto e le aree abbandonate, la viabilità, i rifiuti zero, la sicurezza, la cultura e l’unità della città potranno risollevare Porto San Giorgio”.

Alcuni candidati parlano di cultura, di arte moderna, e c’è chi, nel presentarsi, ricorda il glorioso passato sportivo di Porto San Giorgio: è Corrado De Angelis che giocò la sua ultima stagione in neroverde, i colori della sangiorgese basket, nella stagione 87/88. Basket a parte, qualcuno prova a richiamare l’attenzione sulla biblioteca, segmentabile per luoghi (si fanno i nomi dell’ex osteria della Fortuna e della Salara), e/o di argomenti. Ma tutti, dal primo della prima lista all’ultimo della seconda, sono uniti in un ideale coro per “appoggiare Alessandra, sulla quale riponiamo una grande fiducia”.

Ecco dunque tutti i candidati:

Lista Si Cambia

Arbusti Nicola, Campoli Alessandro, Carducci Doriana, Casaluce Sabina, Cicchese Maria Laura, Dovleche Giogrini Stefano, Ercoli Monja, Ferrini Michele, Mannucci Giuliano, Perticarini Giuliano, Serroni Luisa, Sollini Marco

Lista Si Svolta

Campofiloni Andrea, Capocasa Emanuela, Cozzolino Ciro, De Angelis Corrado, Farina Andrea, Marziali Deborah, Nasini Lorella, Pistolesi Gianfilippo, Teasa Marin, Tomassini Giacomo, Marcaccio Valentina, Albano Vittorio

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.