06242017Sab
Last updateSab, 24 Giu 2017 2pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Agostini tra luci, casette e un Natale "senza autorizzazioni fino a oggi: pubblicate 47 delibere in un giorno"

agostini studio

Ma c’è di più, visto che quest’anno l’assessore al Turismo, Catia Ciabattoni, ha puntato su un costoso PalaNatale: “Il bar nel PalaNatale? Avallato solo politicamente dalla Giunta il 29 dicembre".

PORTO SAN GIORGIO – Una amministrazione affetta da discalculia, ovvero un'incapacità di comprendere simboli numerici e di eseguire calcoli matematici. Definizione aulica quella del consigliere Andrea Agostini nei confronti dell’amministrazione guidata da Nicola Loira. Il tutto per dire: “Possibile che tra un sindaco avvocato, una giunta di professionisti ed una maggioranza consiliare tanto bella e brava, a cinque anni di mandato si facciano certe sciocchezze?”.

La storia è semplice. Il 27 dicembre il gruppo consiliare guidato da Agostini aveva interrogato il sindaco e chiesto atti al segretario comunale per sapere delle autorizzazioni di pista di ghiaccio, PalaNatale, luminarie, casette di natale, nonché relativi costi ed entrate per il Comune. Questo perché Agostini non era riuscito a trovare le delibere comunali che “per legge vanno pubblicate sull’albo pretorio e contestualmente vanno comunicate ai capigruppo consiliari.

Il nulla fino a ieri quando ha ricevuto una mail contenente 47 delibere. “Mi sono subito sorpreso, chissà quale straordinario lavoro avrà prodotto la giunta nei primi giorni dell’anno, invece no. Solo due sono le delibere assunte con la giunta del 2 gennaio. Tutto il resto sono delibere assunte in giunte di dicembre: 15 del 29, 8 del 20, 4 del 16, 1 del 12, 17 delibere addirittura risalenti alla giunta del 9 dicembre. Insomma dalla seduta del 5 dicembre, la giunta comunale è scomparsa dal radar sottraendosi ad ogni dovere di trasparenza e di controllo per riapparire solo il 10 gennaio”.

Come mai? Forse uffici intasati. Ma c’è dell’altro per Agostini: “La comunicazione è arrivata con registro di protocollo 10/01/2017 numero 0. Proprio così. Zero. Non protocollo numero 1, magari la prima attività dell’anno, o 2, la seconda, o non so, magari 10, visto che siamo al 10 gennaio e qualcosa di lavoro si sarà pure prodotto dall’inizio del 2017, no, zero”.

Il problema ora però non è più il ritardo. “Arrivano i documenti e… le casette di natale non esistono, la pista di ghiaccio è autorizzata dal 2 all’8 gennaio, le luci di natale sono autorizzate solo dal 30 dicembre fino all’8 gennaio e su atto del sindaco, che di sua mano firma una licenza di impianto elettrico”. Ma c’è di più, visto che quest’anno l’assessore al Turismo, Catia Ciabattoni, ha puntato su un costoso PalaNatale: “Il bar nel PalaNatale? Avallato solo politicamente dalla Giunta il 29 dicembre per le serate del 16 e del 17 dicembre e gli spettacoli all’interno sono stati autorizzati dal dirigente solo il 30 dicembre”.

Una situazione surreale, se non fosse grave, quella esposta da Agostini: “In sintesi – conclude l’ex primo cittadino - a Porto San Giorgio si possono mettere casette e fare piste di ghiaccio e aprire bar a piacimento e se ci sono spettacoli da organizzare o impianti elettrici da autorizzare, c’è lui, il sindaco Nicola Loira”. Il richiamo finale è rivolto a Prefetto, Procura della Repubblica e della Corte dei Conti. Perché facciano chiarezza, sempre che non arrivino riposte più convincenti ad Agostini dall’interrogazione rivolta al sindaco.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Loira ricorda il carabiniere Beni

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.