06272019Gio
Last updateMer, 26 Giu 2019 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Il mondo marino in un museo navigante: a P.S.Giorgio approda la super goletta

gentile0

Tra una visita e l’altra, a terra, sulla banchina, ci saranno incontri ed attività, anche in collaborazione con il Cnr d’Ancona.

di Chiara Morini

Un museo navigante, un’occasione per conoscere il mondo marino da vicino, con tanto di visita, laboratori e degustazioni: la nave-museo Goletta Oloferne approda domani, 12 giugno, al porto sangiorgese. Partita da Cesenatico lo scorso 26 maggio, ha toccato la costa est dell’Adriatico, in Croazia, ed ora, sulla rotta del ritorno, farà come detto tappa a Porto San Giorgio. Poi Ancona. Lungo 23 metri, largo 4,5 metri, il museo navigante è ammiraglia della rete dei musei del mare e della marineria d’Italia. «Un’occasione unica per città e territorio – la definisce l’assessore alla Cultura Elisabetta Baldassarri – sono molti quelli che chiamano per avere informazioni su come partecipare». La visita è libera, durante l’orario di sosta dell’imbarcazione, dalle 15 alle 19, e lo scopo di questa tappa (come del resto quello delle altre) è di accendere il faro sulle realtà delle due sponde dell’Adriatico che investono sulla cultura marittima. Un passaggio, quello della Goletta Oloferne, dovuto alla collaborazione tra Barbara Toce e il direttore del museo marino di Cesenatico.

Tra una visita e l’altra, a terra, sulla banchina, ci saranno incontri ed attività, anche in collaborazione con il Cnr d’Ancona. «Ben vengano questi eventi – commenta la comandante della Guardia Costiera, Simona Gentile – sono utili e importanti per rilanciare un territorio ricco di tradizioni come questo». L’evento ha il sostegno anche di associazioni e di privati: dal Museo del Mare all’Associazione Nazionale Marinai d’Italia, dall’asd Nautica Picena alla Lega Navale, dalle realtà produttive fino anche a Patrizio Sparvoli, proprietario della barca ‘Vittoriosa’, e Walter Vallesi che da anni porta avanti il progetto ‘Velamare’. Su tutti Basilio Ciaffardoni cucinerà frutti di mare sangiorgesi per i più piccoli. E la Nautica Picena annuncia la realizzazione del progetto ‘area didattica Duna’, che sarà presentato domani: si punta a ricreare l’area di nidificazione del fratino e saranno pure coinvolte le scuole cittadine. Resta comunque unanime il pensiero che questa tappa sia utile per conservare le tradizioni marinare cittadine e contribuire a dare un futuro alle nuove generazioni.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.