04252019Gio
Last updateMer, 24 Apr 2019 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

P.S.Giorgio. Teatro, affitto low cost per incassare di più. E sale vietate ai fascisti

baldassarri2

Le tariffe del 2011 risultano inadeguate e non sostenibili”. Più entrate, secondo l’assessora, e quindi più manutenzione per teatro, “rappresenta il patrimonio storico più importante”, e Rocca Tiepolo.

PORTO SAN GIORGIO – Fosse un film, il titolo sarebbe per un ‘pugno di dollari’. È questa la motivazione che ha spinto l’amministrazione comunale guidata da Nicola Loira a ‘svendere’ il teatro. Per usarlo si dovevano pagare 402 euro, con il nuovo regolamento, invece, se ne pagheranno 140. “Obiettivo è sicuramente quello di garantire entrate certe e superiori rispetto a quanto avvenuto fino ad ora – spiega l’assessore alla Cultura Elisabetta Baldassarri -. Le tariffe del 2011 risultano inadeguate e non sostenibili”. Più entrate, secondo l’assessora, e quindi più manutenzione per teatro, “rappresenta il patrimonio storico più importante”, e Rocca Tiepolo.

Spazi culturali e non commerciali “tanto che per lo sviluppo sociale e culturale della città l’Amministrazione si è trovata spesse volte ad elargire contributi o a predisporre misure di sostegno ai proponenti delle iniziative pur di garantirne l’esecuzioni. Tariffe più adeguate metteranno tutti nella condizione di poter sostenere i costi dell’utilizzo delle strutture”.

Ma non c’è solo il teatro low cost nel nuovo regolamento deciso dalla Giunta che approda in Consiglio: “Abbiamo inserito il divieto di concessione delle sale alle organizzazioni e associazioni che direttamente si richiamano all’ideologia, ai linguaggi e rituali fascisti e alle discriminazioni di qualsiasi tipo” conclude la Baldassarri.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.