07222019Lun
Last updateLun, 22 Lug 2019 6am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Porto San Giorgio, il Comune che si smentisce da solo. Aumenta la Tari. Morese: +4%

loira varlotta

L'assessore: Un Bilancio costruito sui servizi per il cittadino e senza alzare la pressione fiscale”. Ma siccome i comunicati qualcuno li legge fino in fondo, a Emanuele Morese è bastato un evidenziatore e un post su Facebook per mettere in risalto le due righe a fondo nota.

PORTO SAN GIORGIO – Hanno vita facile Emanuele Morese, che guida Fratelli d’Italia a Porto San Giorgio, e l’opposizione. Se qualcosa di negativo non la trovano da soli, ci pensa il Comune tramite comunicato stampa a ‘confessare’ quello che serve alla minoranza. Così il 29 in Consiglio tutti arriveranno già agguerriti e preparati per fronteggiare il voto sulle tariffe che sono alla base del bilancio comunale. Quello che l’assessore al Bilancio comunale Filomena Varlota e il sindaco Nicola Loira nella foto sorridente allegata al comunicato stampa definiscono con fierezza: “Un Bilancio costruito sui servizi per il cittadino e senza alzare la pressione fiscale”. Ma siccome i comunicati qualcuno li legge fino in fondo, a Emanuele Morese è bastato un evidenziatore e un post su Facebook per mettere in risalto le due righe a fondo nota: “Per la Tari l’Amministrazione procede ad un incremento dell’aliquota di circa il 4%: è dovuto all’aumento dei costi di gestione derivanti dagli interventi per la sicurezza sul lavoro effettuati sia nell’Ecocentro che sugli impianti tecnologici”.

Ma come? “Semplicemente imbarazzante” commenta Morese. “Prima scrivono ‘senza alzare la pressione fiscale’ poi dicono ‘aumento del 4%’. Ma come si fa?”. Si fa al temo della disattenzione mediatica, quando ci si ferma all’inizio e intanto si veicola il messaggio. In Consiglio sarà battaglia su questo 4%, così come sulle scelte legate all’uso delle risorse: “2 milioni e 330 mila euro per quei servizi particolarmente necessari e direttamente percepiti dalla cittadinanza (sostegno agli anziani, servizi per le mense, contributi i soggetti svantaggiati); 3 milioni 718 mila euro per la sistemazione delle infrastrutture e la cura del ricco patrimonio arboreo; un milione per sport, cultura e turismo”. In mezzo c’è la conferma del mancato inserimento della tassa di soggiorno, ma anche l’aumento Tari mentre i cittadini si sarebbero attesi un abbassamento, visto che l’aumento della differenziata con l’utilizzo delle isole ecologiche informatizzate dovrebbe potare verso la tariffa puntuale e non a un rialzo.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.