02182019Lun
Last updateLun, 18 Feb 2019 7am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Sentenze vincenti, il Comune sorride: dai rimborsi agli alberghi alle barche insabbiate

loiraufficio

l Comune, per legge, ha soltanto funzioni amministrative nella manutenzione e nelle operazioni di escavo dei fondali. È la Regione che deve finanziarle”.

PORTO SAN GIORGIO – Un fine settimana con il sorriso per il comune di Porto San Giorgio che incassa due vittorie legali importanti e soprattutto economicamente rilevanti. La prima è quella della barca che era rimasta incagliata a causa della sabbia all’imboccatura del porto. Il giudice ha respinto la richiesta danni che l’armatore aveva avanzato ribadendo che non è nelle responsabilità del Comune. nel giro di pochi giorni Chiede di essere risarcito dal Comune per i danni alla sua imbarcazione rimasta incagliata, il Giudice respinge la richiesta avanzata dal legale Andrea Agostini. La motivazione è semplice: “Il porto è regionale e pertanto è l’Ente che deve provvedere agli interventi di bonifica e manutenzione delle infrastrutture.

Il Comune, per legge, ha soltanto funzioni amministrative nella manutenzione e nelle operazioni di escavo dei fondali. È la Regione che deve finanziarle”. La seconda buona notizia del tribunale di Fermo riguarda i 54mila euro richiesti da una struttura ricettiva al Comune a causa dei debiti lasciati dall’allora Comitato Scacchi. Una vicenda del 2009 legati a pranzi e pernottamenti, ma ce ne è una anche da 110mila euro con la Steat, mai pagati. Il Comune venne chiamato in causa e alla fine si è trovato costretto a accantonare la somma come debito fuori bilancio. Ma la difesa dell’avvocato Pascali di fermo è stata vincente, dopo la prima sentenza sfavorevole del 2018. Pochi giorni fa, la Corte di Appello di Ancona ha sospeso l’efficacia della sentenza nei confronti dell’appellante Comune di Porto San Giorgio (quindi niente pagamento di 54.000 euro) ma, ciò che è più importante lo ha fatto motivando che “la sentenza di primo grado non appare ictu oculi improntata ad una approfondita e condivisibile valutazione giuridica della questione relativa alla responsabilità degli enti pubblici territoriali membri di un comitato”. In pochissime parole, spiega il sindaco Nicola Loira, il principio della solidarietà passiva, in ragione del quale il Comune è stato coinvolto in queste pretese giudiziarie, non opera per gli enti locali. “Argomenti che tanto Popolizio, impegnato nella difesa dell’Ente nel processo con la Steat, quanto Pascali avevano offerto al Tribunale di Fermo dall’inizio del percorso giudiziario”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.