04242019Mer
Last updateMer, 24 Apr 2019 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

I turisti scelgono Porto San Giorgio, ma poi se ne vanno subito: crescono gli arrivi e crollano le presenze

baldassarri2

Chiaro che un più e un meno sono meglio di due meno, ma per una realtà come quella sangiorgese, l’unica con gli alberghi della provincia di Fermo, le presenze sono il vero termometro del turismo.

PORTO SAN GIORGIO – Un cammino neocatecumenale in più ed ecco che gli arrivi possono crescere. Del resto, il neo cittadino onorario Kiko De Arguello garantisce quasi duemila persone ad appuntamento. Il problema, però, per Porto San Giorgio è un altro: le presenze crollano. E il calo di presenze significa alberghi vuoti, proprio come sostenuto dal presidente dell’Ataf Vecchi, che da sempre parla di un -20%, almeno.

Eppure, l’assessore al Turismo di Porto San Giorgio, Elisabetta Baldassarri, parla di questi dati in maniera entusiasta, puntando tutto sugli arrivi, che sono tornati a crescere, grazie anche alle numerose iniziative sportive. “Più in generale, l’incidenza degli arrivi di turisti a Porto San Giorgio è del 24,2% rispetto a tutto il Fermano” ribadisce.

Chiaro che un più e un meno sono meglio di due meno, ma per una realtà come quella sangiorgese, l’unica con gli alberghi della provincia di Fermo, le presenze sono il vero termometro del turismo. Il turismo mordi e fuggi, fino a oggi, caratterizzava il capoluogo, cercato per musei e architettura, e non la cittadina di mare, che ha sempre attratto famiglie e turisti stanziali.

“In controtendenza rispetto al dato provinciale, i numeri dell’Osservatorio del Turismo vedono una crescita nel periodo gennaio-ottobre 2018 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Confrontati a quelli generali del panorama territoriale, sono incoraggianti. Ho ricevuto le informazioni relative agli arrivi e alle presenze distinti tra alberghieri ed extra alberghieri. Senza una distinzione tra turisti italiani e stranieri si evidenzia dal 2017 al 2018 un incremento di circa 2.000 arrivi, Porto San Giorgio è passata da 36.122 unità nel 2017 ai 38.500 nel 2018. Possiamo affermare che c’è stato sicuramente un incremento assoluto degli arrivi (+6,7% circa) in controtendenza rispetto al dato generale della Provincia di Fermo in cui si registra un calo del 16,20% sullo stesso periodo (gennaio-ottobre)”. Ed è vero, stando al report della Regione, la provincia di Fermo ha perso 30mila arrivi. “In riferimento alle presenze, i dati del Comune sono come quelli provinciali, riduzione attorno al 17%”. Il motivo per l’assessora è semplice: “Probabilmente il turismo ha subito una certa destagionalizzazione e ha beneficiato delle iniziative culturali e sportive ospitate. E infatti gli arrivi negli alberghi sono cresciuti del 3,5%”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.