04202019Sab
Last updateVen, 19 Apr 2019 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

'Togliamo il Natale al Grinch'. L'opposizione tra accuse e consigli a Loira e compagni

vitturini

La consigliera: Apprendere che il budget stanziato sia zero e che questo abbia addirittura precluso qualsiasi idea avvicina il nostro Natale più al mese dei morti.

Porto San Giorgio - “Ma l’amore per la città deve spingerci ad essere costruttivi, responsabili e disponibili a sistemare le cose. Il mio invito alla maggioranza è triplice: riannodiamo il dialogo e discutiamo in consiglio comunale la questione senza tergiversare. Ne facciamo tanti sulle varianti, uno sul Natale non sarebbe uno scandalo. Magari si ragionerebbe sul dare più spazio a realtà come Psg Lab o altre associazioni di categoria o sportive”. Lo spirito natalizio pervade Emanuele Morese, coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia a Porto San Giorgio. ma solo nella proposta finale, perché l’incipit è ben più pesante nei confronti dell’amministrazione Loira e della gestione, “ma sarebbe meglio dire non gestione”, della programmazione del Natale.

““Ci sarebbe anche da ridere se non fosse che per alcuni sangiorgesi, il Natale non rappresenta solo un’occasione di fare una passeggiata nel proprio paese con la suggestione degli eventi festivi, ma per alcuni è vero motivo di sussistenza lavorativa. Un motivo che solo per la sua importanza giustificherebbe un comportamento di serietà da parte di chi rappresenta le istituzioni. Vi sembra serio – domanda Morese – affermare che non ci sono soldi per gli eventi e il giorno dopo smentire sé stessi? Vi sembra serio dichiarare che non c’è un cartellone organizzativo e il giorno dopo ritrattare scaricando la colpa sui giornali? Ma soprattutto, è rispettoso prendersi gioco del lavoro di un intero settore?”.

E se Morese alterna il bastone alla carota, chi invece sceglie di piallare la gestione dell’assessore Baldassarri è la consigliere Maria Lina Vitturini: “Ma chi sta organizzando il tutto, il grinch?”. Il tema è sempre lo stesso: l’assenza di risorse dichiarate dall’assessora al Resto del carlino, per poi smentire via Facebook - ma sarebbe buona norma farlo sul quotidiano che ha scritto e non affidarsi ai copia e incolla del mondo del web - qualcosa che invece si poteva smentire solo con delibere e cifre. “Apprendere che il budget stanziato sia zero e che questo abbia addirittura precluso qualsiasi idea avvicina il nostro Natale più al mese dei morti. E morta – prosegue la Vitturini - pare infatti ogni iniziativa di questa amministrazione, la quale si ricorda della collaborazione con il territorio circostante solo per la realizzazione di un ponte che metterà in comunicazione le due sponde di un fiume fermano sangiorgese. Per il resto, programma doppioni senza pensare che ormai è chiaro che chi vuole una pista di ghiaccio va a Fermo”.

L’ultimo passaggio è di nuovo sulle risorse: “Se il budget è basso, perché non dare seguito alle parole del sindaco che non molto tempo fa sottolineava l'opportunità per un territorio di per se numericamente piccolo dal punto di vista finanziario di fare consorzio, di fare squadra e di mettersi insieme per cercare di contribuire, chi in un modo, chi in un altro, alla soddisfazione, all'apprezzamento, alla partecipazione della propria cittadinanza. E allora? Parole vuote. Il timore è che all'allegria natalizia occorrerà sostituire la tristezza della quaresima”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.