02242019Dom
Last updateSab, 23 Feb 2019 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

P.S.Giorgio. Addio campo sportivo vecchio: porte chiuse. PalaSavelli, gestione alla Poderosa

palasavellicartelloni

Una assegnazione diretta decisa dalla Giunta guidata dal sindaco Nicola Loira dopo la rinuncia a proseguire del gestore e la proposta di subentrare avanzata dalla società della famiglia Bigioni che già sta lavorando sul come rilanciare seggiolini e campo.

PORTO SAN GIORGIO –Complicato mettere tutti d’accordo, complesso preparare i nuovi bandi. E così, il Comune di Porto San Giorgio ha optato per la deroga delle concessioni attuali degli impianti sportivi. Per tutti tranne che per uno, perché l’attuale gestore del PalaSavelli, la società che fa capo a Giuseppe Ficiarà, ha deciso di lasciare. Antieconomico il grande palazzo. E quindi, spazio alla Poderosa Basket che in attesa del nuovo bando e del capitolato di gara che potrebbe inserire nuove e importanti migliorie, prende in mano il PalaSavelli fino al 31 dicembre. Una assegnazione diretta decisa dalla Giunta guidata dal sindaco Nicola Loira dopo la rinuncia a proseguire del gestore e la proposta di subentrare avanzata dalla società della famiglia Bigioni che già sta lavorando sul come rilanciare seggiolini e campo, inserendolo in un circuito di eventi che siano concerti o manifestazioni extra sportive.

“La società offre garanzie in quanto già nel corso della scorsa stagione sportiva ha collaborato con l’attuale concessionario nelle operazioni di allestimento e nella gestione di alcuni servizi interni ed esterni” spiega l’assessore Vesprini. Che deve pianificare la gestione di bocciodromo, campo sportivo nuovo, campo Pelloni, circolo tennis, palestra Baldassarri, palestra annessa alla media Rosselli, palestra sotto la tribuna del campo nuovo, palestre annesse alle scuole elementari comunali, polisportiva “Ala azzurra” e palestra annessa alla Nardi.

Chi è destinato al pensionamento è il campo sportivo vecchio: “Abbiamo appurato che ha bisogno di importanti lavori di manutenzione straordinaria per garantirne l’agibilità. La conferma è arrivata da sopralluoghi condotti dal personale dell’Ufficio tecnico comunale che hanno constatato la necessità di interventi per circa 70 mila euro”. Troppi soldi e soprattutto dopo la crescita del Pelloni, inutile metterceli. “Campo chiuso, poi a fine stagione valuteremo se investirci e riaprirlo. Va tenuto conto del fatto che verrà collocato un nuovo manto di erba sintetica nello spazio retrostante il rettangolo di gioco del campo nuovo e quindi un ulteriore spazio già è previsto”.

Come sintetico diventerà il campo della Mandolesi, dopo che il comune ha ottenuto un finanziamento per il 50% della spesa.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.