09222018Sab
Last updateSab, 22 Set 2018 11am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Dentro la galleria distrutta in A14: tutto bruciato, danni per un milione. I tecnici: 'Riapre entro due mesi'

castellotecnici5
galleria5

Il direttore del 7° tronco risponde ai sindaci che hanno paventato la richiesta di indennizzo: “Noi abbiamo scelto di non rivalerci sul camionista. Qui non servono polemiche, serve lavorare".

GROTTAMMARE – Dentro il buco nero, dove si è fermato tutto: la galleria Castello di Grottammare. Caschetto in testa e fari per poter guardare e capire cosa sta accadendo dentro il tunnel per arrivare all’atteso ripristino dopo una settimana di delirio e polemiche, con code che hanno superato i 20 chilometri e il sud delle Marche che riscopre l’assenza di infrastrutture viarie. Si prosegue con tratti di scambio di carreggiate, con la viabilità monitorata dal Cov, il comitato operativo di viabilità, l’ultimo oggi a Fermo durato oltre tre ore in prefettura con i vertici di forze dell’ordine, sindaci, Provincia. 

Il tir che si è incendiato 150 metri dopo l’imbocco ha causato danni per un milione di euro. È tutto carbonizzato e il direttore del 7° Tronco di Autostrade, Gianni Marrone, mostra i danni alle telecamere di Vera Tv e Rai 3: pareti divorate dalle fiamme, sistema di ventilazione distrutto, impianto di luci cancellato. E ora va verificata anche la reale resistenza della struttura in calcestruzzo. “I lavori dureranno un paio di mesi” spiega il direttore dei lavori Matteo Biello. E questo nonostante senza sosta stiano lavorando 35 operai, giorno e notte.

I tempi si sono allungati anche perché molte ditte che producono pezzi necessari erano in ferie, Marrone è dovuto andare fuori regione per trovare le carpenterie "metalliche necessarie” necessarie  per andare oltre il mini tunnel pronto per venerdì . A chi gli contesta troppe pause nel cantiere, il direttore risponde mostrando le zone in cui i lavori non si sono mai fermati, dalla centralina elettrica alla gestione della viabilità oltre a un lavoro sulla parte strutturale, sul marmo esterno.

L’unico sassolino il direttore se lo toglie quando risponde ai sindaci che hanno paventato la richiesta di indennizzo: “Noi abbiamo scelto di non rivalerci sul camionista. Qui non servono polemiche, serve lavorare. E più lo si fa insieme e meglio è”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.