06232018Sab
Last updateSab, 23 Giu 2018 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Terremotati, due buone notizie: il premier Conte lunedì ad Arquata e pioggia di milioni per il lavoro

arquatadistrutta

. “Lo aspettiamo alle 15 al villaggio Sae di Borgo 1. Dovrebbe esserci anche una deposizione di fiori a Pescara del Tronto” ha spiegato il sindaco Aleandro Petrucci.

Due buone notizie nel giro di poche ore per le zone colpite dal sisma del 2016. La prima arriva da Roma. Neppure il tempo di atterrare dal Canada, dove ha preso parte al suo primo G7, che il premier Giuseppe Conte sarà ad Arquata del Tronto, e forse anche a Pescara, simbolo della distruzione. Nel suo giro, promesso, per le zone terremotate, il presidente del Consiglio dopo Amatrice e Accumoli arriverà nelle Marche. “Lo aspettiamo alle 15 al villaggio Sae di Borgo 1. Dovrebbe esserci anche una deposizione di fiori a Pescara del Tronto” ha spiegato il sindaco Aleandro Petrucci all’agenzia Ansa. “Siamo contenti - aggiunge il sindaco -, è un segno di attenzione, quello che abbiamo sempre chiesto è di non essere lasciati soli”. 

La seconda buona notizia arriva invece dalla Regione Marche: oltre un miliardo e 700 milioni euro per 94 progetti da attuare nelle zone delle Marche colpite dal terremoto. “Stimiamo 10 mila nuovi posti di lavoro. È il Patto per la Ricostruzione e lo Sviluppo. Oltre alla ricostruzione materiale degli edifici lesionati - ha spiegato il presidente della Regione Luca Ceriscioli - occorre ricostituire il tessuto produttivo, occupazionale ed infrastrutturale di quelle zone, compresi i servizi ai cittadini, per evitare lo spopolamento delle aree interne già in atto prima del sisma. Un'operazione che non può attendere - ha sottolineato - per il rischio che queste opportunità vengano cancellate, ma che deve essere realizzata in base a linee strategiche concordate con i soggetti interessati: parti sociali, Comuni, associazioni di categoria, università e centri studi, dando luogo a progetti specifici da sottoporre alla Ue e al Governo per essere finanziati”.

“L'iter del Patto - ha ricordato il presidente del Consiglio regionale Antonio Mastrovincenzo - nasce dall'iniziativa dell'Assemblea legislativa per l'elaborazione, in collaborazione con le quattro Università marchigiane, delle linee strategiche ('Nuovi sentieri di sviluppò) su cui lavorare. In un secondo momento la Giunta regionale ha affidato all'Istao il duplice compito d'inquadrare la proposta nell'ambito della programmazione europea e delle risorse disponibili, e di avviare un tavolo di concertazione con i soggetti coinvolti, raccogliendo i progetti provenienti dal territorio in base ad orientamenti specifici”.

Dietro tutto c’è l’Istao del presidente Pietro Marcolini: “Le proposte arrivate sono state 134, per un totale di un miliardo e 740 milioni di euro d'investimenti, poi ridotte a 94 (41% di proponenti pubblici e 59% privati) a seguito di un processo di aggregazione e razionalizzazione tra progetti simili. Riguardano sei pilastri per l'orientamento strategico”.

I servizi alla persona: sanitari, educativi, socio-assistenziali e abitativi (60,2 mln di euro); il sistema produttivo: supporto alla competitività e innovazione digitale, agricola, turistica e della filiera del legno (124 mln); il territorio e l'ambiente: interventi di tutela, sviluppo, green economy, risanamento e riduzione rischi ambientali (693 mln); il patrimonio storico e culturale (9,2 mln); il sistema infrastrutturale, con il recupero e la razionalizzazione delle dotazioni esistenti (765 mln), e quello della conoscenza con strutture scientifiche e di ricerca applicate alle risorse del territorio (84,4 mln). “Già lunedì prossimo - ha concluso Ceriscioli - qualora venga confermata la visita del presidente del Consiglio Conte nelle zone terremotate, intendiamo sottoporre al Governo il nostro dossier per accelerare l'avvio degli interventi”.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.