07232018Lun
Last updateLun, 23 Lug 2018 9am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Più posti di lavoro e più sicurezza senza rinunciare alla tecnologia: il mondo Sabelli conquista il Mise

sabellimozza

“Erano diversi i progetti presentati, ma solo questo è arrivato alla fine, perché basato su qualità ed innovazione e occupazione in un settore – prosegue la vicepresidente Anna Casini - nel quale la competizione è fortissima”.

ASCOLI PICENO – C’è chi assume, chi investe, chi crede nel futuro. E per farlo utilizza ogni possibilità che il sistema economico e politico mette a disposizione. “Tredici milioni di euro di investimenti per puntare sempre di più su innovazione e digitalizzazione, ma salvaguardando i posti di lavoro attuali e, anzi, incrementandoli in tre anni di altre 40 unità, garantendo occupazione, sicurezza sul lavoro e qualità del prodotto finale, mozzarella e formaggi made in Marche, grazie alle peculiarità del latte delle zone del cratere del terremoto nei Sibillini”. È questo il sunto del Contratto di sviluppo «LaTraZione 2020», il primo nelle Marche siglato tra Ministero dello Sviluppo Economico e azienda Sabelli, grazie alla mediazione della Regione Marche che, con un investimento di 200 mila euro, ha movimentato una contribuzione del Mise di cinque milioni di euro. “Questo perché è un progetto di grande qualità” commenta il presidente Luca Ceriscioli.

Duecento dipendenti, una crescita annua del 20%, 60 lavoratori stabilizzati negli ultimi due anni, acquisizioni in Veneto, Liguria e Slovenia. Quotidianamente conferiscono latte quasi 200 aziende a conduzione familiare. “Abbiamo una responsabilità sociale nei confronti del nostro territorio per cui - ha spiegato Angelo Galeati - ad Ascoli rimarranno le produzioni sostenibili, insieme a quelle che prevedono l'alta manualità”.

“Erano diversi i progetti presentati, ma solo questo è arrivato alla fine, perché basato su qualità ed innovazione e occupazione in un settore – prosegue la vicepresidente Anna Casini - nel quale la competizione è fortissima”. “Sabelli spenderà innanzitutto 3 milioni di euro per la ricerca e lo sviluppo, in partnership con l'università - ha detto Simone Mariani, amministratore delegato dell'azienda casearia insieme al cugino Angelo Galeati - e 9 milioni in attrezzature e impianti. Vogliamo diventare più efficienti, spenderemo molto sull'automazione per migliorare la qualità del lavoro dei nostri collaboratori, ma parallelamente incrementeremo l'occupazione attraverso investimenti riguardanti la produzione artigianale dove la manualità è fondamentale e per questo insostituibile”.

È già iniziato l'ampliamento dello stabilimento ascolano e sono state acquistate le prime attrezzature di ultimissima generazione per le analisi microbiologiche su latte e prodotti finiti. ”Si investirà su innovazione, ma è importante che si spenderà anche per la qualità e la sicurezza nei posti di lavoro” conclude Ceriscioli.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.