01212018Dom
Last updateDom, 21 Gen 2018 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

La Sabelli tra i terremotati: Mariani trasforma le caciotte in parchi giochi per bambini

marianisorriso

“La nostra azienda (123.000 tonnellate di latte fresco lavorato all'anno, 3 siti produttivi e 451 tra dipendenti e collaboratori) è strettamente connessa al territorio e subito dopo il tragico sisma ci siamo chiesti come potevamo dare, oltre ai primi aiuti, un segnale concreto di speranza".

ARQUATA DEL TRONTO – Generosità è dare quello che si può in base alle proprie forze. Lo stanno facendo in tanti, dal più semplice dei cittadini agli imprenditori multimilionari come Della Valle. Ed è in questa logica che si inserisce la donazione del Gruppo Sabelli, guidato dal presidente di Confindustria Centro Adriatico Simone Mariani insieme al cugino Angelo Galeati.

Mariani ha unito la sensibilità sociale dell’imprenditore a quella del padre di famiglia e ha deciso di indirizzare l’impegno dell’azienda ai più piccoli. Come? Realizzando tre parchi giochi per bambini nei comuni di Arquata del Tronto, Acquasanta Terme e Montemonaco. Tre parchi realizzati grazie ai contributi raccolti dall'iniziativa «Caciotta Solidale». Insomma, un perfetto connubio tra chi ha prodotto il formaggio e chi lo ha comprato.

Il progetto è partito un anno fa e ha permesso di raccogliere 20mila euro usati interamente per comprare e montare le attrezzature nei tre parchi. Una speciale caciotta è stata distribuita per circa sei mesi in alcune delle principali catene italiane della Grande Distribuzione. Per ogni chilogrammo di prodotto venduto, un euro è stato messo a disposizione dell'iniziativa.

“La nostra azienda (123.000 tonnellate di latte fresco lavorato all'anno, 3 siti produttivi e 451 tra dipendenti e collaboratori) è strettamente connessa al territorio e subito dopo il tragico sisma ci siamo chiesti come potevamo dare, oltre ai primi aiuti, un segnale concreto di speranza alle popolazioni colpite - spiegano Galeati e Mariani -. Abbiamo scelto di sostenere la ricostruzione dei parchi perché vediamo nel gioco, momento di spensieratezza e aggregazione per eccellenza, un forte simbolo di ripresa della normale vita sociale, e di contrasto allo spopolamento”.

Dei tre parchi, quello di Arquata del Tronto è pronto, mentre gli altri due verranno completatati nelle prossime settimane. 

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fede, giovani e integrazione: i primi pensieri fermani di monsignor Pennacchio

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.