05272017Sab
Last updateSab, 27 Mag 2017 6am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Due è il numero perfetto, anche per le Camere di Commercio. Mariani schiera Ascoli con Macerata e Fermo

marianicamcom

La posizione di Mariani arriva a 48 ore da quella presa dall’assessore Manuela Bora, che sta trattando a livello nazionale come referente delle regioni italiane la riforma delle Camere di Commercio, e che ha detto che si rimetterà alla volontà di Unioncamere.

FERMO – Ha cambiato rotta definitivamente Simone Mariani. Il presidente di Confindustria Ascoli ha deciso che 2 è il nuovo numero perfetto. Due territoriali per Confindustria, Marche Nord e Sud, e due ora le camere di Commercio, Nord e Sud. “Alla luce degli ultimi avvenimenti riguardanti l'assetto della rappresentanza confindustriale nella Regione Marche, che hanno modificato le posizioni di alcune associazioni territoriali non consentendo, per il momento, un'aggregazione unica va, a nostro giudizio, riattualizzata la posizione sull'accorpamento delle Camere di Commercio delle Marche” spiega mister Sabelli, impresa leader nel settore caseario.

Si completa così il cambio di direzione e il rafforzamento del nuovo piano strategico che ridà voce e forza al sud della Regione, nel caso camerale alle province di Macerata, Fermo e Ascoli Piceno. La posizione di Mariani arriva a 48 ore da quella presa dall’assessore Manuela Bora, che sta trattando a livello nazionale come referente delle regioni italiane la riforma delle Camere di Commercio, e che ha detto che si rimetterà alla volontà di Unioncamere anche se lei propende per un unico ente.

“La stessa Regione con l'ultima ipotesi di creare due aziende speciali, una a nord e una a sud, per la cura dei diversi interessi dei territori, per Pesaro e Ancona concentrandosi sulla meccanica e sul mobile, e per Macerata, Fermo ed Ascoli facendo il focus sulla moda calzatura e a nostro avviso anche sull'agroalimentare, non fa che ufficializzare la differenza e caratterizzazione di ogni area” prosegue Mariani, che dovrà però anche sensibilizzare i vertici della camera di Commercio di Ascoli, fino a oggi non schierati in maniera netta.

Da qui la richiesta finale del numero uno degli industriali piceni, che anche in questo casosi trova in perfetta sintonia con il collega di Fermo, Giampietro Melchiorri, che già si espresse sulla necessità delle due Camere: “È naturale prendere atto della necessità di lasciare due Enti che presidino e sostengano, in maniera specialistica, i diversi interessi del tessuto economico e imprenditoriale che assistono”.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Loira ricorda il carabiniere Beni

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.