02272017Lun
Last updateLun, 27 Feb 2017 11am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

E freddo sia: -15 gradi a Montegallo. Coldiretti: "Animali a rischio". E un uomo muore in un fosso

amandola neve piazza

Al momento non risultano frazioni isolate o situazione di particolare rischio per i residenti. Scuole chiuse per la neve ad Ascoli, Fermo, Macerata e in numerosi centri minori delle tre province.

FERMO – Appennino al gelo, autostrada A14 con due situazioni critiche, una tra Loreto e Civitanova per l’ammassamento dei mezzi pesanti bloccati dalla Polizia, e l’altra tra Valvibrata e Termoli per il maltempo.

A Montegallo, quota 980 sul livello del mare, la colonnina di mercurio è scesa fino a 15 gradi sottozero, complicando la situazione di chi ha scelto di restare i zona nonostante il paese sia tutto zona rossa. “Qui sono caduti 38 centimetri di neve, ma l'intervento della Provincia sulle strade ha evitato che si creassero nuovi problemi - dice il sindaco Sergio Fabiani - anche se ci preoccupa molto il ghiaccio che si è formato in varie zone del comune. I pochi residenti che sono già tornati in paese sono chiusi in casa mentre la maggioranza di loro è ancora negli alberghi della costa".

A Camerino, l'amministrazione comunale ha fatto scattare il piano antineve, ma le abbondanti precipitazioni delle ultime 24 ore hanno causato il blocco degli interventi dei vigili del fuoco nella zona rossa della cittadina, finalizzati al recupero di opere d'arte. Sia in questo centro, dove sono stati allestiti 117 moduli Sae per gli sfollati e gli studenti, che in altri luoghi del comprensorio montano del fermano e del maceratese, l'ondata di gelo e il drastico crollo anche di 15 gradi delle temperature sta provocando notevoli disagi agli allevatori.

"Molti hanno decine di animali e bestiame ricoverati in strutture molto precarie e non coperte - ricorda un residente - e per questo possono resistere ancora 2 o 3 giorni ma non oltre. Tutti lamentano un ritardo nell'arrivo delle stalle promesse dalla Regione Marche”. Questo avviene a Ussita, a Visso, a Castansantangelo sul Nera. “Con l'arrivo della neve e del freddo occorre assolutamente accelerare le procedure per garantire l'arrivo dei moduli abitativi e delle stalle a tutte le aziende e agli allevamenti danneggiati. La neve – ribadisce la Coldiretti - va, infatti, ad aggravare la situazione degli animali, che hanno bisogno di ricoveri con le stalle distrutte o inagibili. Ma va garantito anche in tempi brevi una sistemazione a quegli agricoltori e allevatori che hanno avuto le case crollate o lesionate”.

La bufera di neve di ieri sera (nella foto Amandola) ha provocato vari disagi, rallentamenti e incidenti stradali anche nell'Ascolano. Un anziano di 84 anni che si era avventurato sulla strada ad Acquaviva Picena è morto cadendo con la sua auto in un fossato. Vetture si sono fermate all'uscita del raccordo autostradale Ascoli-Porto d'Ascoli (svincolo di Porta Cartara), e poi sono state rimosse dalla Polstrada. Hanno tenuto le tensostrutture che ospitano i mezzi e il personale di soccorso che opera nelle zone colpite dal sisma. Al momento non risultano frazioni isolate o situazione di particolare rischio per i residenti. Scuole chiuse per la neve ad Ascoli, Fermo, Macerata e in numerosi centri minori delle tre province.

@raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Assoluzione, Loira vs Agostini

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.