07172019Mer
Last updateMer, 17 Lug 2019 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Idee senza confini: la seconda vita del cachemire in una start up tra i Sibillini

kiro

Per agevolare il cliente, è in fase di lancio anche un’applicazione per lo sviluppo di Kiro, il nuovo brand, "capace di mettere a sistema temi strategici e fortemente proattivi quali la tecnologia, l'industria 4.0, gli strumenti digitali, i nuovi media".

COMUNANZA – Le idee non hanno confini fisici. Lo si ripete spesso, c’è anche il progetto GenerYaction che prova a farlo capire ai giovani del territorio colpito dal sisma, ma generalmente a chi vive nei piccoli paesi di Provincia. Ma la miglior prova è sempre l’esempio. Si chiama 'second life program' ed è il primo servizio di assistenza che prevede la sostituzione delle parti di una maglia di cachemire soggette a deterioramento messo in atto da Kiro, una start up appena nata nell'area dei Sibillini.

È il frutto dell’esperienza che ben si abbina alla tecnologia quella di Domenico Sacconi, titolare di uno storico maglificio tra i Sibillini. Considerando il costo del cachemire, ma anche il suo deterioramento, l’azienda ha iniziato a lavorare sul post vendita. A chi acquista un maglione verrà consegnato, all'atto dell'acquisto del capo, un certificato con validità triennale con cui il cliente puo' chiedere la riparazione della maglia a un prezzo convenzionato. "Quello che proponiamo è un restyling creativo e stilistico - spiega Sacconi - anche attraverso l'apposizione di elementi quali toppe, tasche, polsini e colletto, che permetterà al capo di vivere una seconda vita".

Per agevolare il cliente, è in fase di lancio anche un’applicazione per lo sviluppo di Kiro, il nuovo brand, "capace di mettere a sistema temi strategici e fortemente proattivi quali la tecnologia, l'industria 4.0, gli strumenti digitali, i nuovi media".

Kiro è il nome non scelto per caso, in quanto si rifà al 'chirocefalo del Marchesoni', crostaceo di pochi millimetri che vive esclusivamente presso il Lago di Pilato sui Monti Sibillini. “Il cachemire in pochi anni potrà rappresentare il filato di riferimento nel mercato della maglieria. Vogliamo farlo diventare più comune, rivoluzionando anche il sistema commerciale, vendendolo anche in maniera diretta mirando a un cliente che può spendere”. 

Lato fisico, il negozio di Comunanza, ed e-commerce con il kiromood.com unendo così lo storico maglificio Santa Lucia alla nuova start up che sta cercando partner: “Abbiamo già incontrato alcuni imprenditori russi interessati”. Le idee non mancano, inclusa quella di una Academy “dove dovranno emergere innovazioni significative, sia in termini di stili che di metodi". Il tutto partendo dai Sibillini.

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.