07172019Mer
Last updateMer, 17 Lug 2019 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Conad Adriatico lancia la Casa del gusto: 220 produttori 'familiari' in vetrina. Spicca la fermana Ciriaci

conadsole

"Un modo per sostenere le economie locali e i piccoli produttori, le nicchie di qualità che costituiscono il Dna dei territori in cui operiamo".

MONSAMPOLO DEL TRONTO – L’agroalimentare funziona, il prodotto locale è ormai un must, non poteva quindi che riaprirsi la ‘Casa del gusto’ di Conad Adriatico. Il gruppo ha deciso di puntare sulle tipicità e raggruppa nella sede della cooperativa a Monsampolo del Tronto 220 produttori di tutte le regioni in cui Conad Adriatico opera. Si va dalla Puglia alla Basilicata, dall’Abruzzo al Molise fino, prioritaria, alle Marche. “Produzioni limitate, legate a doppio filo ai luoghi di appartenenza e alle persone che le lavorano, che conquistano per la loro particolarità, e la loro identità” spiegano il direttore generale Antonio Di Ferdinando e il direttore commerciale Federico Stanghetta.

Tra i prodotti in vetrina ci sono i prodotti del Salumificio Ciriaci di Ortezzano e la galantina Bacalini al fianco di Dop e Igp italiane. Nel corso del 2017 il numero dei fornitori locali attivati direttamente da Conad Adriatico si è ampliato, raggiungendo le 858 imprese per un volume di affari complessivo di 246 milioni, previsti in crescita del 15% circa a fine 2018. Un indotto importante, di cui beneficiano le comunità e le economie dei singoli territori, che consente di offrire ai clienti prodotti a km zero, molto apprezzati. "Bisogna ricercarla l'identità italiana, non solo nei territori e nei borghi, ma anche nel cibo, nelle pieghe del tempo, coniugando l'eccellenza sostenibile, la cultura e la tradizione del mangiare bene, sano e con gusto" ribadisce Antonio Di Ferdinando. 

"Un modo per sostenere le economie locali e i piccoli produttori, le nicchie di qualità che costituiscono il Dna dei territori in cui operiamo. Mettiamo in contatto le eccellenze locali con i nostri clienti, consentendo ai piccoli produttori di essere visibili su un mercato complesso e competitivo come quello del food". Gli fa eco il direttore commerciale di Conad Adriatico Federico Stanghetta: "I territori regionali italiani hanno saputo conservare paesaggi intatti, con tradizioni agroalimentari che si tramandano di generazione in generazione. Vogliamo che i banchi e gli scaffali dei nostri punti di vendita siano sempre più vetrine di ciò che di meglio offre l'Italia in campo alimentare e che Conad rende disponibili ai clienti in un ampio assortimento di Dop e Igp frutto di culture millenarie. Per noi è una scelta di campo che ha radici lontane, per dare valore alla relazione con i clienti rendendo disponibili i prodotti della tradizione ad alta garanzia di qualità e per essere un concreto supporto alle economie dei territori". La Casa del Gusto si presenta come la sintesi di un'eccellenza concretamente sostenibile, di cooperativismo e di sostegno alle economie locali. Ma è anche la risposta alla crescente richiesta di prodotti tipici locali da parte dei consumatori, consapevoli di gustare una qualità che ha il sapore della tradizione e di territori fatti di persone, gesti e storie (foto ilsole24ore).

r.vit.

redazione@laprovinciadifermo.com 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.