04252019Gio
Last updateGio, 25 Apr 2019 11am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Il partigiano Scalabroni diventa artigiano: la targa beffa corretta dagli amici dell'Anpi

piazzaimmacolatatarga

Protagonista della resistenza ascolana, Scalabroni è morto il 24 febbraio, sei mesi fa, per le conseguenze di un incidente stradale avvenuto qualche giorno prima, quando è stato investito da un'auto mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali.

ASCOLI PICENO – Boicottaggio, ignoranza o errore. Chissà, di certo la faccia di Guido Castelli che è rimasto stupito, come tutti, a cominciare dai parenti di William Scalabroni, l’ultimo partigiano a cui oggi il comune di Ascoli Piceno dedicava il giardinetto di piazza Immacolata.

Busta nera sopra la targa, poi improvvisamente viene scoperta da una bicicletta che appoggiata al palo stappa un pezzetto. Iniziano tutti a confabulare e, incredibile ma vero, mancava la ‘P’ davanti alla parola chiave e l’ultimo dei partigiani era diventato un artigiano.

Protagonista della resistenza ascolana, Scalabroni è morto il 24 febbraio, sei mesi fa, per le conseguenze di un incidente stradale avvenuto qualche giorno prima, quando è stato investito da un'auto mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali.  Una morte beffarda per chi era sopravvissuto alla battaglia che a Colle San Marco nel '43 i giovani ascolani guidati da Spartaco Perini ingaggiarono per giorni contro i tedeschi. 

L’attesa commemorazione è sta però segnata da un clamoroso errore: Alla parola «partigiano» mancava infatti la lettera P, per cui sulla targa è apparsa la scritta «artigiano e difensore del bene comune». Imbarazzo generale che gli esponenti dell’Anpi hanno cancellato prendendo in mano un pennarello e hanno aggiunto la lettera mancante in attesa che la targa venga sistemata.

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.