05222018Mar
Last updateLun, 21 Mag 2018 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Monteurano

Il riscatto di Monte Urano nei quadri di Sandro Trotti. Giustozzi: "Nudi sensuali e angoli di mare"

2010 marina 70x100

A venti anni dall'antologica monturanese che raccoglieva oltre sessanta disegni, la mostra propone un'aggiornata selezione di opere su carta, degli anni 1980-2018, mai presentata al pubblico.

MONTE URANO – “Un progetto coraggioso e avvincente, per gli scarsi mezzi e la fermezza di intenti: riappropriarsi del sentimento di appartenenza a Monte Urano”. Un senso di appartenenza che Nunzio Giustozzi, curatore della mostra che da oggi fino al 22 maggio arricchirà la cittadina, ha ritrovato in ogni opera di Sandro Trotti, il più illustre dei cittadini monturanesi. “Ricominciare, ripartire nel tempo di crisi, ridare forza alla cultura attraverso un artista del nostro tempo, Sandro Trotti, storicizzato nel Novecento ma proiettato verso il futuro, visto che è ancora iperattivo e si appresta a ricevere dall'autunno i maggiori onori in una serie di celebrazioni in Cina, suo Paese d'elezione e d'adozione”.

Tutti monturanesi i protagonisti dell'iniziativa: ideatori, Chiara Vallesi e Vincenzo Mandozzi dell'Associazione L'Alveare, curatore, collaboratori, il sindaco Moira Canigola che l'ha patrocinata e gli sponsor. “Un’azione di puro volontariato con la sala riunioni del Comune è stata trasfigurata dall'architetto Massimo Mazzaferro con un originale allestimento che esalta il concetto di sperimentazione, essenziale nel processo creativo di un artista in atelier”.

A venti anni dall'antologica monturanese che raccoglieva oltre sessanta disegni, la mostra propone un'aggiornata selezione di opere su carta, degli anni 1980-2018, mai presentata al pubblico. “A questo messaggio rimanda l'ardita identità visiva della mostra con l'immagine del pittore, divenuta icona dell'opera sua, creata da Michele Luciani di un'intensità che non passa inosservata sulle strade del nostro territorio e sui social, per coinvolgere e avvicinare finalmente anche i giovani all'arte”.

Parla di cantiere sospeso tra brutalismo e high-tech per esaltare il segno del Maestro, che come dice il titolo della mostra, ha la forza straordinaria della parola. “Tra i più rudi materiali dell'edilizia, l'attenzione è catturata così dagli intensi ritratti femminili; seducono i sensuali nudi che hanno reso celebre il pittore come la serie delle marine, degli animali; da non perdere i bozzetti per le opere maggiori, come l'inedito studio per il magniloquente pannello della "Marcia dell'Umanità", esposto in Piazza Sagrini a Fermo” prosegue Giustozzi.

Dopo la guida di Monte Urano, questa mostra è la seconda iniziativa che mira a valorizzare l’arte e le più importanti personalità presenti nella comunità monturanese, preludio a iniziative future incentrate su altri artisti e realtà locali. Alle 18 il taglio del nastro per l’esposizione visitabile ogni fine settimana.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.