10172017Mar
Last updateLun, 16 Ott 2017 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Monteurano

La Regione dà 12mila euro alla Pro Loco di Monte Urano. La Lega Nord insorge, Cesetti fa il pompiere

prolocommonteurano

L'assessore: "Questa è stata una decisione del Consiglio che non dovrebbe far discutere. Ma se questa è la critica dell’opposizione, mi sembra una chiara mancanza di argomenti di fronte a un Bilancio ben fatto”.

MONTE URANO – Monte Urano, comune ben amministrato e con una pro Loco efficiente. Così efficiente che tra le pieghe di bilancio, grazie a un emendamento, incassa 12mila euro di contributi dalla Regione Marche. 

Ed è così che insorge la Lega Nord, partito tra l’altro della vicepresidente dell’assemblea legislativa Marzia Malaigia, che è una monturanese doc. “Dodicimila euro a una Pro loco quando un intero territorio avrebbe, invece, bisogno di sostegno sociale. Dopo essere stati chiamati a discutere su un bilancio fornitoci senza i tempi necessari per un'approfondita analisi, in barba a qualsiasi rispetto istituzionale e personale nei confronti di noi consiglieri di opposizione, scopriamo, tra le tante discutibili voci di bilancio, che, con lo zampino del consigliere regionale Giacinti, alla Pro loco di Monte Urano sono stati destinati ben 12 mila euro”.

Come mai? L’assessore al Bilancio della Regione, Fabrizio Cesetti, non vorrebbe neppure commentare: “Le Pro Loco fanno attività di rilevanza per le comunità, inutile negarlo (nella foto una inziativa al Salesi). Questa è stata una decisione del Consiglio che non dovrebbe far discutere. Ma se questa è la critica dell’opposizione, mi sembra una chiara mancanza di argomenti di fronte a un Bilancio ben fatto”. "Un contributo alla Pro Loco che si è occupata di attività legate anche alla promozione della città, come il mercatino della calzatura o il concerto di Anastacia, e diecimila euro  per la parrocchia sono state due voci su cui ho agito, è vero. Parliamo di contributi a chi fa il bene della collettività a 360 gradi. Per questo ringrazio il gruppo della Lega, a cui faccio gli auguri di buon anno, che mi ha permesso di chiarire e far vedere l'impegno anche per piccole ma importanti situazioni" precisa il consigliere Francesco Giacinti evitando così ogni polemica.

Ma il gruppo della Lega Nord non ci sta: “Ci hanno sempre detto che non si poteva recuperare alcunché per la collettività, che le nostre istanze non potevano trovare accoglimento. E poi ci ritroviamo 12 mila euro a una Pro loco quando un intero territorio avrebbe, invece, bisogno di sostegno sociale. Molte famiglie sono in totale indigenza, molte a seguito del sisma si sono ritrovate addirittura senza una casa, la sanità necessita costanti sostegni, l'economia e le nostre categorie produttive sono alla canna del gas, il precariato e la disoccupazione sono sempre più una piaga che il centrosinistra ha ampiamente dimostrato di non saper curare, anzi di aggravare. Non è questo il modo adeguato di amministrare una regione. Noi - conclude la Lega Nord Marche - non siamo questo, non vogliamo questo, non accetteremo mai questo perché la politica dei figli e figliastri, a nocumento di tutti, non ci appartiene”.

Raffaele Vitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.