11232017Gio
Last updateGio, 23 Nov 2017 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Monteurano

Monte Urano il villaggio di Natale se lo costruisce da sola: "Sarà una vera festa di comunità"

uranonatale

Matteo Valeriani, Barbara Sabatini e Loretta Morelli sono i tre piccoli aiutanti di Babbo Natale. “Questo programma è lo specchio di una comunità che funziona nonostante l’assenza di un contenitore come l’Arlecchino”.

MONTE URANO – “Un Natale ‘parzialmente’ diverso”. Il terremoto non ha risparmiato Monte Urano e il suo periodo di festa. Numerose inagibilità e quindi la necessità di rivedere i momenti con un programma per tutti, dai piccoli ai grandi.

Prosegue da un lato l’attività delle associazioni, con numerose manifestazioni, e dall’altro il mondo Pro Loco che ha come obiettivo di far rivivere il centro della cittadina. “L’idea è di concentrare in piazza le attività, anche se al suo fianco ci sono chiesa, cinema e scuola chiuse. Vogliamo che il centro sia il cuore pulsante”.

Quattro giornate: 8-11-18 e 24 dicembre con negozi aperti e un villaggio di Natale che farà arrivare a Monte Urano slitta e mercatini. “E il 24 dicembre grande messa di Natale in piazza, tempo permettendo” spiega il sindaco Moira Canigola circondata dalla squadra di giovani monturanesi che ha saputo inserire tra giunta e Consiglio.

“Far star bene i cittadini, ma pensare anche agli sfollati” con i prodotti dei Sibillini che verranno venduti nei mercatini con il ricavato raccolto da destinare assieme agli Instagramers guidati da Andrea braconi a chi ha perso quasi tutto, tranne la voglia di lavorare.

Matteo Valeriani, Barbara Sabatini e Loretta Morelli sono i tre piccoli aiutanti di Babbo Natale. “Questo programma è lo specchio di una comunità che funziona nonostante l’assenza di un contenitore come l’Arlecchino” ribadisce la Morelli.

Al posto dell’Asso Show ci sarà il Villaggio incantato di Babbo Natale. “Noi come Pro Loco abbiamo accolto la richiesta del Comune di collaborare. Sono nati così i cinque appuntamenti dall’8 al 6 gennaio. All’interno del villaggio ci saranno i mercatini di Natale” spiega Valeriani. Il villaggio avrà una casette, un grande albero, “che vorremmo venisse addobbato dai bambini con qualcosa di loro realizzato a casa o sul posto con la collaborazione dell’oratorio San Lorenzo”, e dal 18 il presepe vivente.

La cassetta della posta e la slitta gigantesca attireranno i bambini, “che devono vivere sereni dopo la paura”. Tante le associazioni coinvolte, a cominciare dai quartieri che stanno da soli realizzando la casa di Babbo Natale e la slitta. Anche questa è Monte Urano, un luogo dove si realizza in comunità e non ci si limita ad affittare. Vicino al maxi albero di otto metri ci saranno anche 35 abeti che poi il comune ripianterà.

L’8 dicembre concerti natalizi itineranti con la banda di Monte Urano, mentre durante il presepe vivente si esibirà il coro locale. Chiusura il 6 gennaio con la befana che scenderà grazie al Cai dalla torre dell’orologio. Sarà illuminata la piazza e la circonvallazione.

Confermato il concorso per la vetrina più bella, simpatica ed elegante. “Sarà un concorso social, con le votazioni che si faranno online o con un form da prendere in Comune. I commercianti sono tanti, un anno fa parteciparono in 23. Quest’anno siamo convinti che cresceremo” conclude Barbara Sabbatini.

@raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.