01202017Ven
Last updateVen, 20 Gen 2017 1pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Monteurano

Monte Urano. Un piano per le Elementari, uno per le Medie: si progetta l'ingresso autonomo e non si dividono classi

moiracanigolasorriso

Novità delle ultime ore, dopo quelle presentate ieri ai genitori, erano in duecento all’incontro con il sindaco, la dirigente Gentili e i tecnici. In questo modo si ridurranno anche i costi (meno di 10mila euro) per mettere a norma il distretto, visto che non dovrà ospitare alunni, tolta la palestra.

MONTE URANO – Problema, soluzione. È uscita con un applauso dalla riunione con i genitori in vista dell’avvio dell’anno scolastico, slittato al 20 settembre. E oggi lo raddoppierebbe, visto che i lavori di organizzazione e pianificazione del trasferimento della scuola media dal centro storico di Monte Urano riservano una nuova piacevole sorpresa. Il sindaco Moira Canigola non dovrà dividere gli alunni, neppure di due classi. Tutte entreranno nel piano superiore della scuola elementare, alle porte del centro. Nell’ex distretto ci andranno solo le aule di supporto e la palestra, mentre la segreteria resterà nella parte sana delle medie.

Novità delle ultime ore, dopo quelle presentate ieri ai genitori, erano in duecento all’incontro con il sindaco, la dirigente Gentili e i tecnici. In questo modo si ridurranno anche i costi (meno di 10mila euro) per mettere a norma il distretto, visto che non dovrà ospitare alunni, tolta la palestra.

Non solo, nel pianificare il trasferimento con i vigili del fuoco, il sindaco Canigola ha ragionato sulla possibilità di un ingresso autonomo per gli alunni delle Medie, in modo da evitare anche il sovraffollamento all’uscita. Una scala all’esterno che porta alla strada sul resto della scuola è la soluzione che verrà realizzata.

I genitori hanno apprezzato, c’era anche chi avrebbe voluto il doppio turno, mattina elementari, pomeriggio medie. Ma alla fine ha prevalso l’idea trasferimento, con la bocciatura di chi chiedeva di portare gli alunni un plesso di un altro comune. “E’ importante tenere la comunità unita” ha ribadito la Canigola.

Per quanto riguarda la vecchia scuola, i lavori non saranno immediati. Anche se quanto prima ci saranno da puntellare le criticità, come i coppi traballanti. Poi si ragionerà sul progetto di miglioramento. Nel mentre, la protezione civile deve decidere dove verranno posizionati i moduli che ospiteranno la scuola ino a fine anno, in quanto questo connubio elementari-medie è destinato a durare poco più di un mese. Tre le zone rese disponibili dal Comune: una nel piazzale davanti alle Elementari, due nel quartiere 167 nella zona del polo scolastico che ospita infanzia e nido.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

L'inno dei bimbi per Mattarella

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.