05262019Dom
Last updateSab, 25 Mag 2019 1pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Monteurano

Monte Urano, scuola lesionata dal terremoto: 230 bambini senza classi. Confronto Comune-genitori: "Troviamo subito l'alternativa"

Monte Urano

Una parte di scuola è quindi agibile ma il Comune, in accordo con le famiglie, punta sullo spostamento totale dell’istituto, a costo di slittare l'inizio di qualche giorno.

di Raffaele Vitali

MONTE URANO – C’è un problema, grosso, a Monte Urano. “Dopo gli accertamenti su tutte le scuole, non avevamo trovato lesioni importanti. Tranne che nell’edificio della scuola media Leopardi”. Il Comune ha deciso di tenerla sotto controllo, anche perché in centro ed è l’edificio, un ex convento, più vecchio, avendo più di mille anni, anche se più volte ristrutturato. 230 ragazzi e 28 tra docenti e personale Ata sono ora senza un tetto.

“Per essere scrupolosi abbiamo comunicato la situazione al dipartimento di Protezione Civile regionale che ci ha mandato i tecnici dell’Emilia Romagna”. Il personale sabato pomeriggio ha fatto il primo sopralluogo, prima di tornare lunedì mattina. “Hanno preso tutte le carte e hanno redatto un primo verbale con una scheda in cui si dice: parziali inagibilità dello stabile”.

Che cosa non va? “Ci sono due pareti del corpo più deboli che in caso di un evento forte potrebbero avere problemi seri”. Ora va studiato il progetto per poi intervenire. “Per questo abbiamo dovuto chiudere sei aule su dieci”.

Una parte di scuola è quindi agibile ma il Comune, in accordo con le famiglie, punta sullo spostamento totale dell’istituto, a costo di slittare l'inizio di qualche giorno. “Siamo a ridosso dell’inizio dell’anno scolastico, ci siamo già messi in azione per trovare una alternativa”. Ieri sera una lunga assemblea, presenti anche i consiglieri regionali Giacinti e Malaigia, con i genitori che hanno apprezzato la chiarezza, che arriva dopo la loro stessa richiesta di qualche giorno fa di trasferirla, anche se in parte agibile, perché non convinti della sicurezza a tal punto da preferire dei container nell’immediato. Sul dove spostare la scuola in maniera provvisoria il Comune sta ragionando, in attesa di trovare una soluzione definitiva.

“Appena avremo il verbale definitivo della protezione civile dell’Emilia Romagna ci recheremo in Regione per parlare dei lavori da farse e sul come trovare le risorse necessarie”. Potrebbe essere la fine di quel plesso, criticato da tempo per la sua posizione, in pieno centro, e struttura, con una sola uscita. Molto dipenderà dal progetto di messa in sicurezza che dovrà ripartire dalla ristrutturazione dei primi anni 2000.

redazione@laprovinciadifermo.com 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.