Monteurano

Terremoto. Monte Urano cambia strategia: "Raccogliamo beni e soldi che serviranno anche tra mesi"

moiracanigolasorriso

“Le popolazioni avranno maggiore necessità di aiuti, siano essi beni di consumo o di altro tipo. Per cui abbiamo deciso che le azioni a conforto di queste popolazioni che vogliamo attivare saranno volte alla raccolta di beni di consumo da destinare non adesso ma nei prossimi mesi".

MONTE URANO – Nell’immediato la risposta dell’Italia, e di tanti comuni fermani, a sostegno dei paesi terremotati è stata impeccabile. Tale da spingere la Protezione Civile nazionale a chiedere di fermarsi. Ma siccome il problema potrebbe sorgere tra qualche mese, Monte Urano, non nuovo alla collaborazione con comuni terremotati, si sta organizzando in maniera diversa.

Comune, associazioni e gruppo di volontari della protezione civile hanno così creato un ‘gruppo a sostegno delle popolazioni terremotate’. Dopo la risposta immediata, che giovedì ha prodotto un primo carico, il gruppo ha deciso di programmare iniziative a medio e lungo periodo. “Le popolazioni avranno maggiore necessità di aiuti, siano essi beni di consumo o di altro tipo. Per cui abbiamo deciso che le azioni a conforto di queste popolazioni che vogliamo attivare saranno volte alla raccolta di beni di consumo da destinare non adesso ma nei prossimi mesi e provvedere all’apertura di un conto corrente per la raccolta di fondi che decideremo in quale opera utilizzare sulla base delle richieste e delle necessità delle popolazioni colpite”.

Il tutto per non far sentire solo i cittadini di Pescara e Arquata del Tronto. A brevissimo apriremo sul social “Facebook” una pagina fan” denominata “Monte Urano per i terremotati del Centro Italia”, al fine – spiega il sindaco Moira Canigola - di tenere tutti informati sulle azioni e sulle modalità di partecipazione che intendiamo portare avanti. Sarà un modo per poter conoscere le iniziative in programma e per trasmettere importanti informazioni che arrivano dai luoghi terremotati o dalle Istituzioni che vi lavorano. Siamo sicuri che noi monturanesi tutti insieme potremmo fare molto ed essere veramente al fianco di chi ha subito questa immane tragedia”.