06152019Sab
Last updateSab, 15 Giu 2019 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Monteurano

Spesa solidale: bollino dopo bollino, l'Auchan dona 18mila euro di lim e pc all'Isc di Monte Urano

uranoassegno

Il direttore: Dobbiamo dire grazie alle famiglie e ai clienti che ci hanno permesso di aiutare le scuole, noi ci abbiamo messo l’idea e la volontà.

MONTE URANO – Tutti in piedi gli alunni della II media di Monte Urano. Davanti il sindaco Moira Canigola, il direttore dell’Auchan di Porto Sant’Elpidio Daniele Mussi e un maxi assegno. “Diciottomila euro per comprare il materiale scolastico di cui avete bisogno” è il riassunto della professoressa responsabile del progetto, Giuseppina Andriola. “Abbiamo potuto scegliere come usare le risorse, questa è stata la cosa ancora più importante. Abbiamo preso lavagne Lim, portatili, materiale per la scuola dell’infanzia: tutto tecnologico”.

Il direttore è orgoglioso: “Abbiamo potuto sostenere il territorio in questo momento di difficoltà, il nostro è un contributo per l’Isc di Monte Urano, guidato dalla dirigente Isidori, e ha interessato infatti anche Torre San patrizio. La scuola è un punto di riferimento. Dobbiamo dire grazie alle famiglie e ai clienti che ci hanno permesso di aiutare le scuole, noi ci abbiamo messo l’idea e la volontà”.

Quando pubblico e privato fanno rete, il vantaggio c’è: “Vorrei ringraziare l’Auchan, la scuola, la dirigente e le docenti che hanno portato avanti questo progetto. Quando si crea rete, quando c’è collaborazione tra pubblico e privato si possono raggiungere obiettivi più grandi rispetto a quello che ognuno può fare da solo”.

18mila euro di materiale, un grande dono. “Fatene buon uso. Perché ci hanno lasciato liberi di scegliere, abbiamo potuto prendere quello che volevamo andando davvero incontro alle esigenze dell’Isc”. Le insegnanti ammettono: “Noi abbiamo fatto bene poco, perché hanno fatto tutti i genitori. Poi la scuola ha saputo cogliere l’opportunità”.

Il sistema è stato semplice: raccogliere i bollini e inserirli in un totem a scuola e all’Auchan. Per arrivare a una cifra così importante, però, non sono bastati solo i genitori fermani: “Sono stati usati i punti eccedenti di tutti gli Auchan in Italia e sono stati donati alle scuole colpite dal sisma del centro Italia”. Tre quelle scelte nelle Marche, tra cui appunto Monte Urano. Che in attesa del modulo in costruzione, “più ditte sono in azione e siamo certi che per la ripresa delle lezioni a gennaio avremo gli spazi pronti per riallocare gli alunni delle medie” aggiunge il sindaco affiancata da Lucia Diomedi, e della nuova scuola finanziata che verrà realizzata creando un vero polo scolastico dove oggi ci sono solo le elementari, l’Isc incassa doni e solidarietà.

“Abbiamo chiesto un sacrificio a tutti, creando aule dove prima c’erano laboratori e biblioteca. Ma questo ha permesso il corretto svolgimento della scuola. Una risposta efficace all’emergenza in cui ci siamo trovati. Il futuro andrà sempre meglio” conclude la sindaca Canigola.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.