02182019Lun
Last updateLun, 18 Feb 2019 7am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Monteurano

Non solo il modulo. Dai banchi al calendario della Rosss: gli alunni di Monte Urano nelle foto di Bertelli: 'Nei loro volti dignità e futuro'

bertelli5
bertrllicance

“Sono qui per un motivo molto semplice: amicizia. Poi – spiega Bertelli – camminando, osservando i volti dei ragazzi, ho respirato l’essenza di questa cittadina. Questi ragazzi hanno qualcosa addosso, hanno dei volti particolari, qualcosa mi ha subito affascinato”.

di Raffaele Vitali

MONTE URANO - Ama i volti, ama il sud del mondo, ama la gente. Forse per tutto questo è considerato “un fotografo di strada”. Pino Bertelli, toscano di Piombino, è uno che trovi in Africa, nelle zone di guerra, nei posti più lontani. Uno che stimava Mario Dondero, tanto da dedicargli degli scritti. Eppure, ieri era a Monte Urano, armato di due macchine fotografiche, giubbetto verde, capello grigio selvaggio mosso dal vento. Dieto di lui, passo veloce e silenzio, gli alunni di una classe di terza media, per un giorno diventati protagonisti di un set fotografico esclusivo, base delle foto per il nuovo calendario della ditta Rosss, ovvero i generosi donatori del modulo scolastico.

“Un secondo gesto da parte del privato che dimostra come sia entrato in sintonia con la comunità, Di come non sia solo il dono di un oggetto, ma la condivisione di un percorso, di un riscatto comune” commenta il sindaco Moira Canigola, che per due giorni è diventata il cicerone del prestigioso fotoreporter e dello staff di comunicazione scelto dall’azienda per realizzare il calendario più bello.

“Sono qui per un motivo molto semplice: amicizia. Poi – spiega Bertelli – camminando, osservando i volti dei ragazzi, ho respirato l’essenza di questa cittadina. Questi ragazzi hanno qualcosa addosso, hanno dei volti particolari, qualcosa mi ha subito affascinato”.

Camminano da un angolo all’altro della città, si fermano davanti ai murales, salgono sulla torre, si perdono dentro il castello. Un cammino che si interrompe all’improvviso quando Bertelli coglie qualcosa di speciale in un portone rovinato, in un cancello, in uno scorcio che si apre sulla valle. È a quel punto che uno degli alunni viene chiamato, a caso, e diventa il protagonista. “Spostati, guardami, alza un po’ il mento, sorridi” sono i consigli che in pochi attimi il fotografo dà ai modelli improvvisasti, resi belli dalla loro naturalezza.

“Il mio obiettivo è far vedere la terra, le facce di bambini che si affacciano alla vita, le radici che sono la base del futuro di questo territorio” prosegue. Parole visionarie, ma in realtà basate su u credo molto ben definito: “Da questo calendario voglio far arrivare u messaggio d’amore grazie ai visi, ai sorrisi. Andiamo oltre il terremoto, che spesso vedo negli occhi di chi sto fotografando. Quello che emergerà è la dignità di Monte Urano, dei suoi giovani”.

La pubblicazione della ditta Rosss raggiungerà ogni angolo d’Italia, come gli affari dell’impresa toscana. “Per noi diventerà anche un ulteriore veicolo promozionale, per questo è ancora più importante la scelta dell’azienda di sposare in toto la nostra ripartenza” prosegue la Canigola.

“Girando per Monte Urano ti rendi conto di come un piccolo paese sia in realtà lo spaccato del mondo. Perché i messaggi di speranza possono nascere in ogni contesto, ancora di più dove la sofferenza è stata superata con il sorriso di un ragazzo”. Gli alunni rispondono entusiasti. Non facile seguire il fotografo nel suo viaggio per la città, perché non sai mai cosa voglia, “ma loro stanno oggi ridando alla Rosss qualcosa dopo aver ricevuto. Partecipare è il modo della scuola, delle famiglie e degli stessi ragazzi di dire grazie” aggiunge la sindaca.

Il modulo, il calendario, Monte Urano è davvero all’inizio di un nuovo percorso: “Dignità, ecco quello che respiro e quello che dovete far capire. Qui non c’è rassegnazione, ma la dignità di chi sa di poter ripartire forte delle proprie capacità. Spero davvero di riuscire a catturare tutto questo” conclude Bertelli che da domani si immergerà nella scelta assieme a Marcello Bonini e ai vertici dell’azienda.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.