09222018Sab
Last updateVen, 21 Set 2018 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Montegranaro, la variante ferma dal 2009 vede la luce. Latini, Pd: "Rimediamo noi all'approssimazione di Gismondi"

montegranaro
mgrvaria

In assenza di Gismondi e per dare modo anche ai consiglieri pentastellati di studiare al meglio l’atto, che in un primo passaggio aveva visto l’intesa collettiva, la maggioranza ha deciso di ritirare il punto, rinviandolo al prossimo Consiglio.

MONTEGRANARO - "Non sono affatto stupita dal comportamento del gruppo "Viviamo Montegranaro". In fondo, sia la loro esperienza amministrativa sia il lavoro dai banchi dell'opposizione sono caratterizzati sempre da approssimazione e mancanza di onestà intellettuale”. Parole dure quelle di Laura Latini, consigliera comunale e segretaria del Pd di Montegranaro, rivolte all’ex sindaco Gastone Gismondi, che insieme ai consiglieri del suo gruppo ha disertato il consiglio comunale di ieri sera.

Un Consiglio in cui si sarebbe dovuto discutere, e approvare, alcuni importanti passaggi relativi a una variante del 2009, anno in cui lo stesso Gismondi era sindaco. “Era previsto un accordo di programma per fare la strada provinciale poi realizzata a Villa Luciani; un accordo attraverso il quale i privati cedevano la terra per realizzare il tratto ed in cambio ottenevano, appunto, una variante che prevedeva un indice dei lotti, una perimetrazione della lottizzazione ed altro ancora” spiega il sindaco Mancini.

Ma quella variante non è mai diventata realtà e così i privati hanno minacciato di avviare una causa verso il Comune. “da qui la decisione dell’amministrazione Mancini di portare in Consiglio la vicenda e sanare la questione tornando semplicemente all’accordo del 2009, siglato proprio da Gismondi. “Con delle modifiche, perché in quella variante c'erano errori tecnici inspiegabili, come l'assenza di un piano acustico. Appena segnalato, il privato ha rimediato è il documento che abbiamo ricevuto il 2 maggio p stato inviato ai consiglieri, con poco anticipo”.

In assenza di Gismondi e per dare modo anche ai consiglieri pentastellati di studiare al meglio l’atto, che in un primo passaggio aveva visto l’intesa collettiva, la maggioranza ha deciso di ritirare il punto, rinviandolo al prossimo Consiglio: “Gismondi, con un pretesto inesistente, ha giocato strumentalmente e non si è presentato, senza tenere affatto in conto che a essere penalizzati saranno i cittadini coinvolti nella questione e che da 9 anni aspettano il giusto rimedio agli errori della sua amministrazione. Spero solo che Viviamo Montegranaro abbia il coraggio di presentarsi al prossimo consiglio e spiegare ai cittadini interessati, agli altri gruppi di minoranza e a noi il perché degli errori di 9 anni fa, il motivo che li ha spinti a sottrarsi al confronto in Consiglio” ribadisce la Latini a cui fa eco il sindaco: “Attendiamo il prossimo Consiglio comunale per discutere di un simile tema insieme a chi ha creato il problema a causa delle propria superficialità, più volte riscontrata nel corso degli anni”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.