09222018Sab
Last updateVen, 21 Set 2018 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Mezzina, Agostini vince i ricorsi contro le multe: Provincia pagherà anche le spese. Gismondi: "Vado alla Corte dei conti"

mezzinabuchi

E pensando al sollevamento popolare, spicca il ruolo degli onorevoli Baldelli e Ceroni e del consigliere comunale di Montegranaro, Gastone Gismondi.

FERMO – Quattro ricorsi, quattro successi per l’avvocato Andrea Agostini. “Le multe elevate a carico degli automobilisti sono illegittime ed è anche stata condannata la Provincia di Fermo alle spese di lite per soccombenza”. Il caso riguarda la Mezzina e gli autovelox, un tempo tutor, che hanno fotografato centinaia di automobilisti. Alcuni di loro si sono rivolti all’avvocato sangiorgese per ricorrere e ieri il giudice di pace di Fermo, Giuseppe Fedeli, ha accolto le istanze contro il controllo istantaneo della velocità con sistema Celeritas Evo 1506. “Facile ritenere che la Provincia appellerà la sentenza al Tribunale di Fermo anche se le motivazioni della sentenza si conosceranno soltanto nei prossimi 15 giorni. Fintanto oggi tirano un bel sospiro di sollievo i 4 ricorrenti. Un esito prevedibile sotto diversi profili, non solo quello clamoroso dei cartelli stradali ritoccati da segnalazione di velocità media a istantanea, quindi non conformi al codice della strada e destinati a creare confusione nell’automobilista che non è più in grado di capire, come previsto per legge, quale sia il controllo in essere” commenta Agostini che poi evidenza il dato più significativo: “Solo dopo il sollevamento popolare contro i 5800 verbali in tre mesi la Provincia si è messa in regola. Infatti, sebbene il nuovo sistema di controllo sia divenuto operativo il 10/8/17, l’ordinanza di installazione della segnaletica stradale è stata pubblicata dalla Provincia solo in data 27/11/17 e addirittura soltanto il 18/1/18 interviene il decreto del Presidente della Provincia n.7 ad aggiornare la convenzione con Ascoli Piceno, che consente lo svolgimento del nuovo sistema di controllo della velocità istantanea appaltato ad una ditta privata”.

E pensando al sollevamento popolare, spicca il ruolo degli onorevoli Baldelli e Ceroni e del consigliere comunale di Montegranaro, Gastone Gismondi. Che aggiunge: “Soddisfazione e rammarico. Multe sciagurate, perché non si attiva a sorpresa un nuovo sistema di controllo, senza prima un’adeguata campagna di informazione. Sono quindi soddisfatto per averci messo per primo e a ragione la faccia al punto da avere firmato io e soltanto io l’esposto alla Procura della Repubblica di Fermo perché vada a verificare che non si sia in presenza di un sistema mangiasoldi a discapito di tanti consumatori. Ringrazio quindi l’Avv. Andrea Agostini per avere messo immediatamente la sua competenza professionale a disposizione, come pure il Senatore Remigio Ceroni e l’Onorevole Simone Baldelli di Forza Italia subito venuti a soccorso degli abitanti della Provincia ingiustamente multati. Ma – prosegu Gismondi - la mia battaglia non finisce qui. Intendo ora rivolgermi alla Corte dei Conti per capire se i proventi di queste multe illegittime che qualcuno sbagliando ha voluto a tutti i costi e le spese di giudizio che derivano dal loro annullamento rappresentano un danno erariale per la stessa Provincia”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.